• >ANSA-INTERVISTA/ Nuova Pescara: M5S, diritto elettori di sapere

>ANSA-INTERVISTA/ Nuova Pescara: M5S, diritto elettori di sapere

Alessandrini, da gennaio incontri a tema per opinione pubblica

(ANSA) - PESCARA, 4 DIC - ''Faccio un appello: per favore, alziamo il livello della discussione, non fermiamoci alla toponomastica. Ci sono altri comuni che si sono fusi e sono sopravvissuti. Quindi ecco che da gennaio il Movimento si farà promotore di iniziative per parlare con l'opinione pubblica con incontri per spiegare cosa sia la Nuova Pescara''. E' quanto dice all'ANSA l'ex candidato sindaco M5S a Pescara Erika Alessandrini parlando del progetto di fusione-unione dei tre comuni, Pescara, Montesilvano e Spoltore.
    L'esigenza di fare chiarezza e illustrare i contenuti di questo progetto ''che sembra in parte rimosso nell'opinione pubblica, ma che invece è molto presente e attuale, la formalizzeremo in almeno 3 incontri a tema: urbanistica, amministrazione e economico finanziaria - spiega la Alessandrini - faremo intervenire docenti, esperti, politici nazionali.
    Proveremo a parlare di autonomia finanziaria nei municipi, che al momento non esiste; a chiarire che al momento il Fondo Annuale per le fusioni non basta e che andrebbe a tutto vantaggio della Nuova Pescara a scapito di altri comuni italiani. Che se non ci si sbriga il rischio è quello del commissario scelto dal presidente della Regione, anzi per me è quasi sicuro. Perchè i 3 comuni sono privi della consapevolezza e di onestà nei confronti degli elettori''.
    Ma la Alessandrini individua anche quelli che a suo dire sono i veri responsabili di questi ritardi: ''"Al centrodestra dico solo questo: non ci credete alla Nuova Pescara? Allora ditelo pubblicamente che non siete d'accordo, quindi abrogate la legge istitutiva, abbiate questo coraggio e non trascinate la cosa con mille proroghe''. Le accuse al centrosinistra invece sono altre ''Questa sarebbe potuta essere un modello di fusione, e invece non c'è lungimiranza: il Pd avrebbe dovuto avere un contatto diretto con Roma, quando per esempio nel caso del debito di Pescara c'è stato ed è andato in porto positivamente. La responsabilità maggiore di tutto questo è del Pd di D'Alfonso.
    E' stata gestita malissimo, si sono persi cinque anni. Prima il Pd di Dalfy era contrario, poi è diventato favorevole, all'ultimo giorno...''.
    Ma le critiche del M5S riguardano anche quello che stanno facendo in proprio alcuni comuni, tipo Montesilvano e Spoltore.
    E la capogruppo a Pescara insiste parlando dei piani regolatori.
    ''"Sento certe idee di spostare alcuni assessorati della Nuova Pescara in altri comuni tipo appunto Montesilvano, per esempio l'urbanistica - faccio un'ipotesi è ovvio - mi chiedo: ma ci state prendendo in giro? Perché se volessimo portare l'urbanistica a Montesilvano che vogliamo fare, montesilvanizzare tutto il territorio? Avete palazzinato un paese senza neanche una piazza e ora volete imporci una generazione di palazzinari? Questi sono i sentimenti di chi in realtà la Nuova Pescara non la vuole fare - puntualizza Alessandrini - Spoltore ha dato l'incarico a dei professionisti e, invece, mi chiedo perché non redigere un Prg insieme? Non discuto il diritto di farlo, ma non fino al 2024. Perché, visto che state spendendo soldi pubblici, non ci si mette intorno a un tavolo per discutere? Dove volete arrivare? E' il sintomo che si mente ai cittadini, è la voglia di arrivare a un commissario, perché il loro problema è solo il poltronificio elettorale''.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie