Gioco azzardo patologico,Pd presenta Ddl

Abruzzo, 17mila coinvolti. Primato italiano per spesa pro capite

(ANSA) - PESCARA, 11 NOV - Prevenzione e contrasto della diffusione del gioco d'azzardo patologico: è il contenuto di un disegno di legge presentato dal centrosinistra in Consiglio regionale d'Abruzzo, in una regione che vanta il triste primato in Italia per spesa annuale pro capite, 2035 euro. "Parliamo di una patologia che colpisce un Abruzzo 17mila persone - ha detto in conferenza stampa il capogruppo Pd, Silvio Paolucci, primo firmatario - che oltre ad aggredire gli aspetti finanziari della persona, compromette gli equilibri nelle famiglie e nei rapporti sociali. Questo disegno di legge per la prima volta vuole portare in Abruzzo una legge di sistema". "Proponiamo una norma di sistema che mette insieme gli enti, Regione, Asl, Comuni, Ufficio Scolastico Regionale, associazioni di cittadini, ma anche gli esercenti, ciascuno con le proprie funzioni. La Regione ogni anno dovrà proporre al Consiglio il piano d'azione per prevenzione, divulgazione, informazione e con l'azione della rete clinica con i Serd. Nell'aspetto divulgativo - ha aggiunto Paolucci - anche l'Ufficio Scolastico Regionale deve avere un ruolo importante. Infine, predisporre una giornata annuale del Gioco d'azzardo patologico, sapendo che sono previsti fondi dal Sistema Sanitario Nazionale". "E' un disegno di Legge importante perché affronta una vera e propria emergenza - ha detto il consigliere Giovanni Legnini - che va combattuta in tre fasi: monitoraggio, prevenzione e cura.
    L'Abruzzo è la prima regione italiana per spesa di gioco d'azzardo con 2035 euro pro capite. A questo primato negativo bisogna rispondere, noi lo facciamo con questo disegno di legge.
    Ricordo che Pescara ha il primato assoluto in Italia, L'Aquila ha il maggior numero di slot pro capite: una ogni 83 abitanti.
    Numeri preoccupanti che speriamo possano far sì che su questo disegno di legge ci sia ampia condivisione in Consiglio".
    "Tanti problemi all'interno di molte famiglie derivano dal gioco d'azzardo, e molti non sanno neanche dell'esistenza di strutture deputate a combattere questa patologia. In Italia giocano 30 milioni di persone, 800mila sono patologiche. In Abruzzo bisogna soprattutto informare. Il Disegno di Legge va proprio in questa direzione".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere