L'Abruzzo a pedali, dal mare ai monti e ritorno

Su sito Dipartimento Turismo mappe GPX per chi viaggia in bici

(ANSA) - PESCARA, 01 LUG - Una pista ciclabile di 134 km che attraversa 19 Comuni con una vista sul mare Adriatico che cambia aspetto a metà percorso e consente in più punti di raggiungere più o meno agevolmente anche le località dell'entroterra. Sarà così in Abruzzo la 'bike to coast' una volta chiusi gli ultimi cantieri rimasti; in realtà è già percorribile per circa il 70% e laddove i tratti da completare costringono a deviare per qualche chilometro sulla statale 16, si può anche cogliere l'occasione per scegliere una nuova meta, lasciare il mare e addentrarsi nelle campagne. Sono già tante le strutture ricettive e i servizi complementari a disposizione dei cicloturisti, ora facilmente rintracciabili grazie ad "Abruzzo Bike Friendly" (https://abruzzoturismo.it/abruzzo-bike-friendly), rete costituita dal Dipartimento Turismo della Regione Abruzzo per agevolare gli spostamenti di chi ama vivere il territorio in modo sostenibile.
    E dal sito abruzzoturismo.it/tour è possibile scaricare le mappe dei percorsi ciclabili proposti con annesso GPX (o GPS eXchange Format), schema XML progettato per il trasferimento di dati GPS tra applicazioni software che contiene informazioni quali location, elevation e time.
    Per cicloturisti non esperti, comunque, è sempre consigliabile farsi accompagnare da operatori che conoscono i tratti già percorribili e che potranno indicare i percorsi più adeguati in relazione alle caratteristiche tecniche e alla preparazione atletica. Sul sito www.abruzzoturismo.it è possibile consultare gli aderenti alla rete Abruzzo Bike friendly e le proposte di itinerari e vacanze per l'estate 2020 (https://abruzzoturismo.it/bike-experience ), con tutte le norme e le limitazioni da rispettare nel contesto dell'emergenza Covid-19.
    In molte delle strutture ricettive aderenti alla rete il cicloturista troverà un deposito per la bici, una ciclofficina attrezzata per la manutenzione di base, l'area lavaggio; si potrà prenotare soggiorni di una sola notte, concordare una flessibilità oraria per colazione e check out, avere a disposizione un servizio lavanderia, un servizio trasporto bici e bagagli, effettuare la ricarica delle e-bike. Ad 'Abruzzo Bike Friendly', nata sulla base di un disciplinare approvato dalla Regione, aderiscono agenzie di viaggio e tour operator, negozi di noleggio e di assistenza, servizi di bike shuttle, bar, ristoranti, agriturismi e stabilimenti balneari.
    Chi arriva dalle Marche incontra subito Martinsicuro (Teramo) da cui, percorsi 85 km verso sud, può raggiungere Francavilla al Mare (Chieti); da qui inizia la Via Verde della Costa dei Trabocchi, fino a San Salvo (Chieti), ancora in gran parte in costruzione, realizzata prevalentemente sul tracciato ferroviario dismesso della linea Adriatica, un percorso che unisce ambiti e contesti molto diversi lungo la costa ed è un tramite con l'entroterra, in particolare tra il mare, la Statale Adriatica SS16 e le colline litoranee. Coinvolge prioritariamente 7 dei 9 comuni costieri; sono previsti 13 punti di accesso principali di cui 4 in prossimità di ex stazioni ferroviarie le cui aree di risulta sono progettate come parcheggi di scambio. La pista attraverserà 9 gallerie che saranno illuminate e videosorvegliate come pure gli accessi.
    Previsti anche accessi minori alle spiagge e agli angoli più suggestivi del territorio costiero. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030



    Modifica consenso Cookie