ANSAcom

Progetti green e per comunità, a Florim certificato 'B-Corp'

Lucchese, riconosciuto nostro impegno, nuovo stimolo per futuro

ANSAcom

Per la capacità di creare profitto in modo responsabile, di investire sulla sostenibilità ambientale, dal 2012 sono stati stanziati 45 milioni per progetti 'green' che includono pannelli solari o il riciclo acque reflue, e di generare un impatto positivo sulla comunità, promuovendo buone pratiche per tutelare la salute o sostenendo i progetti dei giovani, Florim, azienda leader nel settore ceramico con sede a Fiorano Modenese (Modena), ha ottenuto la certificazione ‘B-Corp’. Un importante riconoscimento, che segue la trasformazione dell’azienda in società benefit nel marzo dello scorso anno, conferito da B Lab, ente non profit americano, e ottenuto al termine di un processo di valutazione di tutte le azioni messe in campo.
Il punteggio conseguito da Florim Italia è stato di 98,1 punti e il consolidato, che comprende la consociata americana, di 90,9 punti. Un risultato “che si colloca - spiega una nota di Florim - tra i più elevati nel settore manifatturiero/industriale e supera ampiamente il punteggio minimo di 80 punti, necessario per il conseguimento dello status di ‘B Corp’. Questa soglia indica la capacità aziendale di creare profitto in modo socialmente responsabile, restituendo effettivo valore alla collettività”. La certificazione include il gruppo modenese, operativo da oltre 60 anni e che conta circa 1.400 dipendenti nelle due sedi produttive in Italia e negli Stati Uniti, in un movimento globale, che tocca 74 Paesi nel mondo, ed è costituito da 3.700 imprese ‘B-Corp’.
Sono oltre 140mila le aziende che stanno cercando di ottenere questo traguardo, nel rispetto di severissimi standard di trasparenza e sostenibilità, solo il 3% riesce a superare l’iter di verifica imposto da B Lab. “Celebriamo questo importante riconoscimento - ha dichiarato Claudio Lucchese, presidente di Florim - come sigillo del nostro impegno concreto. Non come punto di arrivo, ma come nuovo stimolo per il futuro”. Nel percorso verso il nuovo passo in avanti della multinazionale, un supporto concreto è arrivato anche da Nativa, sustainable innovation company dedicata ad accelerare una trasformazione dei modelli economici, che nei prossimi mesi continuerà ad affiancare Florim nel percorso di miglioramento del profilo di sostenibilità. “Questa azienda - ha spiegato Eric Ezechieli, fondatore di Nativa - rappresenta un assoluto caso di eccellenza. La decisione di diventare società benefit è coincisa con l’impegno a misurarsi con gli standard delle ‘B-Corp’, riconosciuti in tutto il mondo come i più autorevoli per valutare la creazione di valore sociale, ambientale ed economico. Florim è un esempio per tutto il comparto della ceramica, è un faro che indica la via per una indispensabile evoluzione sostenibile di tutto il Made in Italy”.

In collaborazione con:
FLORIM S.P.A.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie