B20: Marcegaglia, lotta a corruzione è tema fondamentale

Grieco, a governi G20 chiediamo forte impegno su quattro punti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 13 SET - "Legalità, trasparenza e lotta alla corruzione sono fondamentali per una crescita e uno sviluppo realmente sostenibili" sottolinea la presidente del b20, Emma Marcegaglia, all'evento online organizzato dalla Task Force Integrity & Compliance del B20 sui temi della vigilanza in materia di anticorruzione, legalità e conformità delle procedure aziendali nella ripresa globale. Tra i partecipanti, - spiega una nota -, tra gli altri, anche la presidente della Task Force Integrity & Compliance del B20, Patrizia Grieco, il ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, il coordinatore del gruppo di lavoro sull'anticorruzione del G20, Giovanni Tartaglia Polcini.
    "I temi della legalità e della trasparenza - avverte Emma Marcegaglia - sono fondamentali per perseguire gli obiettivi di crescita e sostenibilità. In tutto questo, è altrettanto essenziale la collaborazione fra settore pubblico e privato e governi e imprese devono fare ciascuno la propria parte. In questo momento di sfide senza precedenti, di crisi e cambiamenti, dobbiamo contrastare con tutte le forze la corruzione e le attività criminali. È, quindi, estremamente importante individuare e attuare le misure corrette per investire in trasparenza e legalità".
    "Come B20 - dice Patrizia Grieco - siamo consapevoli delle nuove sfide legate alla sostenibilità e dei rischi legati alla gestione della pandemia sull'integrità del business. Chiediamo quindi ai governi del G20 un forte impegno su quattro punti principali: garantire condotte responsabili nel ciclo degli approvvigionamenti, sia da parte delle imprese che delle amministrazioni pubbliche; stimolare una governance sostenibile nelle imprese, concentrandosi al contempo sull'armonizzazione delle normative, per rendere le strategie di business in grado di incorporare gli interessi degli stakeholder; promuovere modelli di compliance che puntino sulla cooperazione fra gli attori in gioco, sull'adozione di regole uniformi e sull'evoluzione organizzativa delle imprese; ultimo, ma non meno importante, lavorare sul tema della titolarità effettiva delle aziende in ottica antiriciclaggio e di promozione della trasparenza dei flussi finanziari". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA