Onu, nel mondo e' finito l'utilizzo di benzina al piombo

Carburante altamente dannoso, riduceva quoziente intellettivo

Redazione ANSA ROMA

Con l'ultima stazione di servizio in Algeria che ha smesso di erogare benzina al piombo e' cosi' definitivamente finito in tutto il mondo l'utilizzo di questo carburante altamente dannoso per la salute.

Secondo il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente l'uso del piombo-tetraetile come additivo alla benzina per migliorare le prestazioni del motore, introdotto nel 1922, e' stato "un disastro per l'ambiente e la salute pubblica".

La benzina con piombo provoca infatti malattie cardiache, ictus e cancro. Colpisce anche lo sviluppo del cervello umano, specialmente nei bambini. Gli studi stimano che arrivi a ridurre da 5 a 10 punti il quoziente intellettivo.

"Fermare l'uso di benzina al piombo impedira' piu' di un milione di morti premature per malattie cardiache, ictus e cancro ogni anno e fara' risparmiare 2 mila 450 miliardi di dollari all'anno", ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite Anto' nio Guterres.

"Oggi celebriamo un'importante pietra miliare per il multilateralismo : il culmine di uno sforzo globale unito per liberare il mondo dal piombo nella benzina, una grave minaccia per la salute umana e planetaria", ha detto ancora Guterres sottolineando che e' necessario riformare i nostri sistemi energetici, alimentari e finanziari "per creare un mondo di pace che funzioni con la natura, non contro di essa".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie