In calo la raccolta di lampadine e piccoli elettrodomestici

Consorzio Ecolamp, sul podio Lombardia, Veneto, Emilia Romagna

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 4 FEB - Cala la raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici (Raee) da parte del consorzio Ecolamp: nel 2019 ha raccolto e smaltito in totale 3.621 tonnellate fra lampadine e piccoli elettrodomestici rispetto alle 3.868 le tonnellate del 2018. Di tutto il materiale il 47% è rappresentato da lampadine ormai inutilizzabili e il 53% da piccoli elettrodomestici, oggetti dell'elettronica di consumo e apparecchi di illuminazione giunti a fine vita.

Roma è la prima provincia con 121 tonnellate di lampadine raccolte, spiega Ecolamp, mentre Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna si confermano sul podio nella classifica regionale.

Per quanto riguarda le lampadine, il principale raggruppamento in cui opera Ecolamp, lo scorso anno il consorzio ha avviato a impianti di trattamento specializzati 1.714 tonnellate di sorgenti luminose esauste. Di queste, il 42% è stato conferito da installatori e manutentori, il 58% arriva invece dai centri di raccolta comunali e dai luoghi di raggruppamento della distribuzione dedicati alla raccolta differenziata dei privati cittadini.

Nel 2019 piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo e apparecchi di illuminazione giunti a fine vita hanno costituito il 53% della raccolta del consorzio, pari a 1.907 tonnellate di Raee raccolte e trattate, con un recupero di materie prime seconde che supera il 90%.

Sono cinque le regioni a trainare il 63% della raccolta di lampadine, per un totale di 1.080 tonnellate gestite dal consorzio Ecolamp. Al primo posto si conferma per il 2019 la Lombardia con 407 tonnellate di lampadine raccolte, seguita da Veneto (218), Emilia Romagna (172), Lazio (142) e Toscana (140).

Per quanto riguarda le province, il podio va quest'anno a Roma con 121 tonnellate, seguita da Milano (112) e Bergamo (82) che totalizzano insieme il 18% della raccolta complessiva di lampadine del consorzio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie