Arriva 'Mezzogiorno universitario', programma radiofonico live

Mensa La Sapienza torna a essere al centro vita sociale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 29 NOV - La mensa dell'Università Sapienza di Roma nuovamente al centro della vita sociale e "alimentare" dei suoi studenti. Dopo l'interruzione del servizio, erogato dalla Vivenda Spa del Gruppo La Cascina Cooperativa, per via della pandemia da Covid 19 e dopo mesi di graduale ripresa con ancora alcuni tavoli e sedie vuoti, questa mattina il refettorio di Castro Laurenziano, che serve principalmente le facoltà di Ingegneria ed Economia, è pronto a ricoprire il ruolo centrale che gli spetta: di aggregazione e genuinità nutrizionale.
    Ma, questa volta, con una veste nuova. Su iniziativa della Vivenda Spa e con il patrocinio di LazioDisco, infatti, è stato siglato un accordo con Radio Roma Capitale (frequenza FM 93 Mhz), affermata emittente radiofonica romana: i suoi speaker, due martedì al mese dalle 12 alle 14, trasmetteranno in diretta il nuovo format "Mezzogiorno universitario". L'obiettivo è creare ancor più socialità in uno dei momenti di aggregazione maggiormente caratterizzanti la vita degli studenti universitari: il pranzo a mensa.
    A intervenire in questa prima puntata sarà Alessio Pontillo, presidente di LazioDisco.
    La scelta di realizzare un format radiofonico risiede principalmente nelle caratteristiche proprie della radio, che a differenza di altri mezzi di comunicazione può essere fruita contemporaneamente allo svolgimento di altre attività, come, in questo caso specifico, il pranzo. La trasmissione accompagnerà il pasto degli studenti in modo coinvolgente, ma al tempo stesso non invadente. Tra le finalità del programma, infatti, c'è anche quella di avvicinare le giovani generazioni al mezzo radiofonico, uno strumento di comunicazione che nasce nel secolo scorso ma che negli ultimi decenni ha saputo integrarsi alla perfezione con le tecnologie digitali, la rete e i social network, dando vita a fenomeni come il podcasting e la visual radio.
    La comunità studentesca non sarà soltanto ascoltatore (live in mensa o tramite l'ascolto della radio) ma potrà essere protagonista della trasmissione: nel corso delle venti puntate in programma sarà data ampia visibilità alle iniziative di studenti che hanno desiderio di far conoscere la propria attività artistica, letteraria, musicale o sportiva. Saranno lanciati anche dei contest, aventi a tema anche i menù della mensa universitaria. Una parte della trasmissione sarà inoltre dedicata allo "sportello dello studente" in cui saranno raccolte segnalazioni, domande e dubbi degli studenti. Quesiti relativi anche ai temi di diritto allo studio e borse universitarie che troveranno una risposta nell'intervento in trasmissione di un rappresentate delle istituzioni accademiche. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA