Scuola: flash mob studenti davanti a 50 istituti

"Ecco le nostre 100 proposte.La politica ci fa sentire uno zero"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 SET - Questa mattina davanti a più di 50 scuole in tutta Italia studenti e studentesse si sono mobilitati per lanciare un segnale: il futuro del paese deve ripartire da istruzione, ambiente, lavoro e diritti.
    Dopo più di due anni di pandemia, che hanno portato alla luce tutte le contraddizioni del sistema scolastico attuale, ragazzi e ragazze tornano nelle classi in piena campagna elettorale senza sentire, lamentano, alcuna risposta dalla politica per la loro generazione.
    Per questo la Rete degli Studenti Medi e l'Unione degli Universitari hanno raccolto più di 100 proposte su cui chiedono l'impegno di candidati e candidate alle elezioni del 25 settembre. Tra i tanti temi, la richiesta di arrivare al 5% del PIL in istruzione, l'abolizione della tassazione universitaria, l'abolizione dei Pcto a scuola, ma anche la creazione di sportelli di assistenza psicologica in scuole e università e il trasporto pubblico gratuito per studenti.
    "Ci hanno fatti sentire uno Zero, nessuna considerazione o attenzione ai temi della nostra generazione - spiegano la Rete degli Studenti Medi e l'Unione degli Universitari - per questo abbiamo costruito Cento proposte per il futuro della scuola, del nostro Paese. Vogliamo tutto e siamo pronti ad ottenerlo.
    Porteremo il Manifesto con le 100 proposte a tutti i candidati.
    Vogliamo la politica si occupi di noi e ci faremo sentire." (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA