Peugeot 203 Rurale, il fuoristrada progettato e mai prodotto

Progetto presentato a esercito francese per alternativa a Willis

Redazione ANSA MILANO

Nell'immediato dopoguerra, Peugeot diversificò l'allora nuovo modello 203, ma una delle versioni pensate non vide mai la luce. Il modello in questione si chiamava 203 rurale ed era stato concepito per l'esercito francese, in alternativa alla Jeep Willis. La 20, in quegli anni, si stava rivelando un grande successo e la richiesta fu talmente elevata che la lista di attesa per entrare in possesso di un esemplare nuovo superò abbondantemente i dodici mesi e il modello venne declinato in familiare, pick up e cabriolet. In questo clima si valutò quindi come sfruttare al massimo le qualità della Peugeot 203 diversificando ulteriormente. Fu così che nacque l'idea di creare un derivativo della 203 da presentare allo Stato Maggiore dell'Esercito Francese che nel frattempo stava cercando di riorganizzarsi con equipaggiamenti diversi da quelli lasciati dagli americani a fine conflitto. La 203, opportunamente modificata, poteva rappresentare un'ottima base per sviluppare un mezzo leggero con quattro ruote motrici.

Nel luglio del 1950, il primo prototipo fu pronto per i test in fuoristrada e venne subito battezzato 203 Rurale. Fu equipaggiato con blocco del differenziale, sospensioni rialzate e rinforzate, i cerchi da 16" con cinque bulloni di ancoraggio e pneumatici di sezione maggiorata. La meccanica si affidò ad un nuovo propulsore derivato da quello di serie che equipaggiava le 203, ma di cilindrata e potenza superiori. Alcuni prototipi vennero consegnati all'esercito francese, che nel frattempo aveva ufficializzato il bando per la richiesta di un mezzo leggero 4x4 da adibire al ruolo di ricognizione e collegamento, per effettuare i test di comparazione con altri progetti. Alcune tra le principali case automobilistiche francesi risposero all'appello, ciascuna con la propria proposta. La Delahaye, che da diverso tempo stava lavorando ad un progetto di questo tipo, anticipò tutti portando a fine dicembre del 1949 i suoi prototipi a Landau, nel territorio d'influenza francese della Germania dove, alla presenza di alcuni responsabili dello Stato Maggiore Francese, si svolsero i primi test comparativi con la Jeep Willis. Il verdetto fu favorevole alla Delahaye e da allora l'iter di selezione per il fuoristrada V.LR (veicolo leggero da ricognizione) a favore di Delahaye fu tutto in discesa. La decisione finale, presa nel 1950, premiò quindi il progetto presentato da Delahaye, affidandole l'appalto. In realtà, quando la 203 4x4 fu presentata allo Stato Maggiore dell'Esercito Francese, la decisione di fatto era stata già presa e, anche se in un primo momento si parlò della possibilità di mettere in linea due diversi modelli di Veicoli Leggeri da Ricognizione, questa ipotesi fu velocemente scartata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie