ADAS Bosch, contributo alla sicurezza di Giulia e Stelvio

Alcune funzioni permettono anche guida autonoma livello 2

Redazione ANSA BARI

Forte della sua leadership nel settore dei sistemi elettronici per il controllo della dinamica di marcia e dell'assistenza al guidatore, Bosch ha sviluppato per le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio MY 2020 inedite funzionalità ADAS che comprendono il Traffic Jam Assist, l'Highway Assist, l'Intelligent Speed Control, il Lane Keeping Assist, l'Active Blind Spot Assist e il Traffic Sign Recognition. Queste sofisticate tecnologie si aggiungono in Giulia e Stelvio a quelle già presenti, come l'Autonomous Emergency Brake, l'Active Cruise Control e il Lane Departure Warning.

La logica di questi sistemi di assistenza alla guida è stata implementata da Bosch e resa possibile principalmente dall'azione combinata di un radar frontale a medio raggio, una telecamera e un servosterzo elettrico, tutti componenti forniti da Bosch per entrambi i modelli. Fanno parte di questi sistemi il sensore radar frontale a medio raggio di Bosch fornisce importanti informazioni sull'ambiente circostante entro una distanza di 160 metri. Il sensore rileva gli oggetti e misura la loro velocità e posizione relativamente al movimento del veicolo. A sua volta la telecamera frontale di Bosch riconosce l'area circostante in modo affidabile anche in condizioni di luce e meteo sfavorevoli. Le informazioni rilevate dal sensore radar e dalla telecamera sono elaborate e successivamente trasmesse al servosterzo elettrico Bosch per il controllo di corsia e al sistema frenante per l'accelerazione e la decelerazione del veicolo.

Nel complesso gli ADAS Bosch Traffic Jam Assist e Highway Assist - che equipaggiano le nuove Giulia e Stelvio MY 2020 - svolgono funzioni di guida parzialmente autonoma di livello SAE 2, contribuendo così a rendere il viaggio nelle strade a scorrimento veloce più sicuro e confortevole. Il sistema, infatti, agisce sul controllo longitudinale e laterale della vettura, intervenendo anche direttamente sullo sterzo.

L'integrazione dell'Active Cruise Control e del Lane Centering rende possibile una guida parzialmente autonoma sia in rettilineo sia in curva.

Il sistema analizza la velocità e la traiettoria dei veicoli circostanti e la compara con quelle della propria vettura. La funzione è sempre attivabile dal guidatore se il veicolo viaggia a una velocità inferiore ai 60 km/h e se sono presenti e rilevate le linee di corsia. In questo modo, l'auto seguirà automaticamente il veicolo che la precede, assumendosi i compiti di partire, accelerare, frenare e sterzare all'interno della propria corsia. Il guidatore rimane comunque responsabile del veicolo e deve supervisionare continuamente il sistema, riprendendo il controllo della guida se necessario. La pronta risposta del guidatore è garantita da un sensore capacitivo al volante che rileva la presenza delle mani sullo stesso. Se il Traffic Jam Assist offre un valido supporto al guidatore nelle strade a scorrimento veloce, il sistema Bosch highway assist svolge una funzione simile in autostrada, sino alla velocità massima di 145 km/h.

Il Traffic Sign Recognition, tramite la telecamera Bosch rileva e classifica i segnali stradali, incluso l'inizio e la fine dei tratti in cui sono in vigore i limiti di velocità.

Quando il sistema identifica un cartello stradale, questo viene visualizzato sul display del cruscotto. Se viene segnalato un cartello che indica una variazione di velocità rispetto a quella precedentemente impostata con l'active cruise control, il guidatore può attivare l'intelligent speed control permettendo automaticamente alla vettura di ridurre o aumentare la velocità di marcia in base a quella segnalata.

A loro volta il Lane Departure Warning e il Lane Keeping Assist utilizzano la telecamera frontale per rilevare le linee di demarcazione della corsia e monitorarne la posizione costantemente, avvertendo il guidatore tramite un segnale visivo, acustico e/o aptico (vibrazione del volante) in caso di fuoriuscita non intenzionale dalla carreggiata. Questo consente di riacquisire rapidamente la giusta direzione. Quando viene attivato l'indicatore di cambio intenzionale di corsia o direzione, il sistema non interviene riconoscendo la volontà del guidatore. E' il Lane Keeping Assist, attraverso il rilevamento delle linee di corsia, a mantenere il veicolo all'interno delle linee di percorrenza agendo attivamente sul servosterzo elettrico.

Molto utile per la sicurezza nel traffico anche l'Active Blind Spot Assist che rileva e segnala al guidatore i veicoli in avvicinamento negli angoli ciechi del veicolo ed agisce autonomamente - attraverso il servosterzo elettrico di Bosch - correggendo e mantenendo in carreggiata la vettura nel caso di cambio di corsia intenzionale con indicatore di svolta attivato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA