Comune Merano, 81 biciclette elettriche a pendolari

Sindaco, alternativa ideale all'auto per il tragitto casa-lavoro

Redazione ANSA BOLZANO

E-Bike2Work è il nome di un'iniziativa con cui la città di Merano mette a disposizione dei pendolari per alcuni mesi 81 biciclette elettriche. Ci sono quasi 16.000 posti di lavoro a Merano, di cui circa la metà sono occupati da meranesi.
    "Le biciclette elettriche sono quindi un'alternativa ideale all'auto per il tragitto casa-lavoro", spiega il sindaco Paul Rösch, "e risolvono anche molti problemi che il traffico provoca nella nostra città". "Tuttavia, sappiamo anche che le biciclette elettriche sono costose e che molte famiglie non possono permettersele", dice il sindaco. "Partiamo dal presupposto che avremo più di 81 domande", spiega l'Assessora alla mobilità Madeleine Rohrer, "quindi ci sarà una graduatoria". Più il luogo di residenza è lontano dal luogo di lavoro e maggiore è il dislivello, più punti avranno i richiedenti. "Ci saranno anche punti aggiuntivi per il trasporto dei bambini, per il rientro a casa per il pranzo e per l'appartenenza a una famiglia composta da più persone", dice Rohrer. Gli 81 primi classificati possono prendere in consegna le biciclette elettriche cittadine in autunno e testarle fino alla fine di marzo 2022. Ciò comporterà costi di manutenzione per un totale di 218 euro. Le biciclette saranno riassegnate a partire da aprile 2022. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie