Rivoluzione digitale in casa VW, 5.000 esperti per Car.Software

Aree di competenza software veicoli, guida autonoma e Cloud

Redazione ANSA ROMA

Saranno più di 5.000 gli esperti digitali che Volkswagen AG intende raggruppare entro il 2025 nella nuova divisione Car.Software che avrà responsabilità a livello di tutti i brand che fanno parte del Gruppo dello sviluppo dei software nei veicoli. Le aree di competenza saranno, oltre ai programmi, quelle elettrica ed elettronica, la connettività, la guida autonoma, la user experience (UX), l'architettura Cloud e l'e-commerce, sviluppando pacchetti estendibili a tutte le Marche. Dagli attuali 500 esperti, si dovrebbe salire a circa 2.000 collaboratori entro il 2020. Oltre a raggruppare esperti da brand e aziende all'interno del Gruppo, Volkswagen amplierà la forza lavoro assumendo nuovi specialisti e consolidando le partecipazioni e le acquisizioni strategiche. La nuova divisione software sarà presentata in modo attivo a esperti IT e di tecnologia.

''Vogliamo creare un centro per l'auto digitale e la piattaforma Cloud - ha detto Christian Senger, membro del consiglio di amministrazione del brand Volkswagen e responsabile per auto e servizi digitali - con i migliori esperti nel mondo.

Siamo convinti che Volkswagen mostrerà quello che può fare.

Faremo del software la competenza chiave della nostra Azienda''.

Il progetto è quello di sviluppare internamente molti più software per le auto e per i servizi relativi al veicolo, aumentando la quota dall'attuale 10% fino ad almeno il 60% entro il 2025. L'obiettivo è quello di arrivare per quella data alla presenza della piattaforma software - costituita dal sistema operativo per veicoli vw.os e dal Volkswagen Automotive Cloud - che offra uniformemente tutte le funzioni di base per i veicoli del Gruppo. Come viene specificato in una nota del Gruppo di Wolfsburg, la prima auto dotata di software vw.os sarà la ID.31, che sarà lanciata in prima mondiale al Salone di Francoforte del prossimo settembre, un modello che è già stato prenotato da oltre 20.000 potenziali acquirenti ''Siamo esperti di piattaforme hardware e ora stiamo trasferendo questa competenza allo sviluppo software - ha detto Senger - Svilupperemo software con funzioni di base uniformi per tutti i brand del Gruppo, e questo ci permetterà di ridurre la complessità drasticamente. Nel medio termine, beneficeremo degli effetti di scala del nostro Gruppo. Ciò ha un significato particolare nel campo dei software e porterà a enormi vantaggi in termini di costi''. Ad oggi fino a 70 unità di controllo con differente sistema operativo di 200 fornitori diversi devono essere integrate nei veicoli della marca Volkswagen. In aggiunta, all'interno del Gruppo esistono sistemi differenti con funzioni simili, per esempio l'infotainment e il sistema di navigazione. Un sistema operativo uniforme con le stesse funzioni di base per tutti i brand e l'utilizzo del Volkswagen Automotive Cloud per tutti i modelli del Gruppo semplificherà significativamente la situazione. Lo stesso si applicherà all'ecosistema digitale di tutti i brand, che sarà utilizzato per offrire servizi. Molti servizi base, come per esempio la ricerca della stazione di ricarica (chiamata We Charge per Volkswagen) oppure del distributore nelle vicinanze o, ancora, il pagamento con metodi digitali, saranno standardizzati per tutti i brand. Con la propria piattaforma software standard, il Gruppo Volkswagen punta a ottenere economie di scala rilevanti. In futuro, la flotta includerà più di 10 milioni di nuovi veicoli completamente connessi all'anno, che ridurrà significativamente il costo dell'integrazione del software in ogni singolo mezzo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA