Volvo annuncia quotazione, raccoglierà 2,5 miliardi euro

Ipo a Stoccolma. Geely ridurrà quota ma resta primo azionista

Redazione ANSA MILANO

Volvo si quoterà alla Borsa di Stoccolma attraverso un'operazione con cui intende raccogliere 25 miliardi di corone svedesi (2,5 miliardi di euro) e nell'ambito della quale il gruppo cinese Geely venderà una parte delle sue azioni pur conservando lo status di principale azionista. La quotazione, spiega una nota, ha lo scopo di "sostenere la trasformazione e la continua crescita del gruppo", con i cuoi "ambiziosi target di metà decennio dedicati all'elettrificazione, alla sostenibilità e alla digitalizzazione", così da consentire a Volvo di "accedere ai mercati dei capitali svedese e internazionale e diversificare la base azionaria".    

Volvo Cars "ritiene che la sua unica struttura e la sua strategia focalizzata la renda uno dei più rapidi trasformatori dell'industria automobilistica globale, con ambiziosi target di metà decennio dedicati all'elettrificazione, alla sostenibilità e alla digitalizzazione", si legge nella nota. "Questa strategia mira a rafforzare il track record di Volvo Cars come forza globale per la sicurezza e l'innovazione dell'industria dell'auto,marchio distintivo della società, basata a Gotemborg, in Svezia, fin dalla sua fondazione nel 1927". La quotazione permetterà agli investitori istituzionali e retail "di partecipare nella nuova fase della creazione di valore". Geely, che ha acquistato Volvo Cars nel 2010, "intende restare il più grande azionista della società" che dunque "continuerà a beneficiare della cooperazione con l'ecosistema di Geely, offrendo significativa scala e sinergie di mercato". "Abbiamo sostenuto la trasformazione e la crescita di questo iconico marchio svedese durante un periodo di cambiamenti senza precedenti nella nostra industria. Nel corso dell'ultimo decennio Volvo è diventata uno dei produttori di auto in più rapida crescita. Continueremo a sostenere Volvo Cars come azionista di maggioranza in questa storia di successo globale che continua", ha dichiarato Eric Li, presidente di Volvo Cars e azionista di controllo di Geely. Di "pietra miliare" per il costruttore svedese parla il ceo Hakan Samuelsson secondo cui l'ipo "segna un nuovo capitolo per Volvo Cars". Samuelsson invita "gli investitori svedesi e internazionali a partecipare alla nostra futura crescita e creazione di valore. La decisione di quotarci rafforzerà il nostro brand e accelererà la strategia di trasformazione" che metterà Volvo in condizione di "conseguire la crescita di volumi, ricavi e redditività". Anche gli investitori istituzionali svedesi Amf e Folksam, che possiedono il 2,2% di Volvo attraverso azioni privilegiate, resteranno azionisti al termine del'ipo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie