A Roma regole per monopattini, targa e solo per maggiorenni

Tetto velocità a 20km e foto del parcheggio obbligatoria

Redazione ANSA ROMA

Una stretta per gestire il caos dei monopattini nella Capitale. Targa metallica e un tetto alla velocità che dovrà al massimo arrivare a 20 chilometri l'ora con passaggio automatico a 6 chilometri nelle aree pedonali. Poi fotografia obbligatoria al momento di parcheggiare, 12 euro l'ora la tariffa massima, noleggi solo per maggiorenni e obbligo di iscrizione con la carta di identità. Questa la bozza, anticipata da Il Messaggero, che il Comune ha presentato alle aziende di sharing. Secondo il primo testo del nuovo regolamento per lo sharing di bici e monopattini, a dicembre scadono le attuali concessioni e per arrivare ad approvare le nuove assegnazioni il bando deve uscire entro qualche settimana. Come già più volte annunciato, dovrebbe quindi diminuire sia il numero degli operatori dei monopattini a noleggio, dagli attuali 7 con 14.500 mezzi ai futuri 3 con un massimo di tremila pezzi ad operatore. Inoltre il Comune dovrà individuare le aree no parking e quelle dove realizzare gli stalli e per chiudere il noleggio sarà necessario fotografare il mezzo nello stallo e spedire la foto alla società di noleggio. Verrà poi introdotta la distanza minima di 70 metri minimi tra gli stock di mezzi dello stesso operatore che non potrà piazzare più di 5 unità per blocco. Un'altra novità consisterebbe nel tetto massimo alle tariffe: 12 euro l'ora. Proprio sul tetto i prezzi, secondo indiscrezioni, sarebbe il punto su cui gli operatori sono più critici. In base al testo attuale, se ci fossero infrazioni le società rischiano dalla sospensione alla revoca dell'autorizzazione. Poi per vincere il bando, sono previsti alcuni criteri fra i quali l'operatività del servizio rispetto a linee metro e stazioni, elemento contestato da Assosharing che lo ritiene incluso già nel criterio per l'assegnazione del numero di mezzi. Inoltre saranno valutati il sistema di manutenzione, controllo e redistribuzione della flotta, il sistema di contatto con la clientela, la sostenibilità ambientale, la possibilità di offrire abbonamenti e agevolazioni per gli utenti del trasporto pubblico. Dall'assessorato sottolineano che si tratta di una prima bozza. Si stanno infatti "recependo le osservazioni di tutti gli attori coinvolti", dai consiglieri agli operatori. "Valuteremo insieme", fanno sapere dall'assessorato guidato da Eugenio Patanè.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie