Per rafforzarsi in Sudamerica, Fca lancia inedito suv-coupé

Evoluzione pick-up brasiliano Toro avrà anche motore 1.8 E.torQ

Redazione ANSA

ROMA - Ancora pochi giorni e si accenderanno le luci, in occasione dell'edizione 2018 del Sao Paulo Motor Show in Brasile, sul nuovo suv che FCA si appresta a lanciare nei mercati dell'America Latina. Di questa vettura, che rappresenta una evoluzione in chiave suv del pick-up Toro (anch'esso riservato all'area Latam) sono state diffuse fino a questo momento diverse anticipazioni, affidate in video a Peter Fassbender responsabile dello stile di Fiat Latin America. Elementi che hanno permesso ai media locali di ricostruire una anticipazione del concept di un imminente modello (purtroppo riservato a Brasile e Argentina) che entrerà in diretta concorrenza con il recente Renault Arkana e che ricorda, nella linea, anche modelli di fascia superiore come Bmw X4 e Mercedes GLE. Questo inedito suv coupé porterà nel segmento molti degli elementi stilistici già presenti nel pick-up doppia cabina Toro e già visti nel concept FFC4 anch'esso creato da Fiat Automoveis nel 2014 e si collocherà in una fascia di mercato diversa dal Toro - che è essenzialmente un modello per la clientela sudamericana che vive fuori dalle megalopoli - puntando invece, grazie al posizionamento di prezzo più basso rispetto a Jeep Cherokee, ad una clientela giovane e dinamica, più attenta ai trend anche in campo automobilistico. Non a caso per questo modello FCA ha scelto una versione evoluta della piattaforma small wide - quella della Renegade ed anche del Toro - più vicina a quella della Cherokee e con caratteristiche dinamiche mirate all'impiego su asfalto.

Nella parte frontale il nuovo suv-coupé Fiat evidenzia un diverso disegno dei gruppi ottici principali e secondari, anticipando così anche il possibile restyling del Toro (previsto per il 2020) mentre la linea dell'abitacolo, molto dinamica, ribadisce i livelli prestazionali che caratterizzeranno il modello di serie che deriverà da questo concept. Sotto al cofano dovrebbero infatti arrivare sul mercato un flexi-fuel 2.0 della famiglia Tigershark Flex con circa 160 Cv e 200 Nm di coppia, e un turbodiesel 2.0 Multijet da 170 Cv e 350 Nm di coppia. Nella programmazione è anche inserita una variante 1.8 E.torQ - cioè mild hybrid - che dovrebbe proporre 135 Cv e 182 Nm di coppia con consumi ed emissioni molto contenuti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: