Embraer Pulse Concept, mega limousine EV che si alza in volo

Ipotesi eVTOL a guida e pilotaggio autonomi per servizi air taxi

Redazione ANSA ROMA

Un po' aereo executive, ma con propulsione elettrica. Un po' mega-drone per garantire atterraggio e decollo verticali. Un po' lounge volante con intrattenimenti d'ogni tipo. E un po' grande limousine per spostare a terra la 'capsula' che ospita i passeggeri. E' Embraer Pulse Concept, uno dei più complessi e originali eVtol fino ad oggi immaginati e progettati, che basa la sua 'credibilità' sull'importanza e l'esperienza della Casa aeronautica brasiliana che lo ha presentato, la Embraer, che produce aeromobili militari, commerciali, agricoli ed executive da mezzo secolo e che è conosciuta anche in Italia per ottimi jet in forza anche nella flotta della compagnia di bandiera. Essendo un eVTOL per servizi di air taxi ma anche auto a guida autonoma, Pulse Concept è secondo Embraer la 'soluzione per la mobilità dei prossimi 50 anni', proponendo un servizio completamente porta a porta. Il cliente prenota il tragitto via App e una limousine elettrica senza conducente si presenta alla sua porta. Entra, assieme agli eventuali compagni di viaggio, e viene portato in 'automatico' allo skyport, dove il pod - cioè l'ampia cabina con caratteristiche di lounge - si stacca dalla piattaforma dell'auto e si aggancia a un'eVTO che è in attesa.

La procedura si ripete al contrario una volta atterrato il taxi volante, fino ad accompagnare via strada i passeggeri a destinazione. Lo descrive perfettamente un video che Embraer ha reso disponibile sul suo canale di YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=sJzOFgy5RyI&feature=emb_logo).

Il costruttore brasiliano, che dal 2018 sviluppa anche un aereo eVTOL (electric and hybrid-electric powered vertical take off and landing) denominato EmbraerX, si è ispirato nel disegno della parte 'stradale' di Pulse ad una delle icone del design automobilistico, la Buick Y-Job progettata da Harley Earl nel 1938, un forte richiamo al romanticismo del volo tipico degli Anni '40 e '50. La cabina - firmata da Jay Beever, vicepresidente del design degli interni di Embraer Executive Jets - è interamente realizzata in materiali trasparenti e lega metallica e funge da interfaccia intelligente per consentire ai passeggeri di interagire con l'esterno (per ammirare i paesaggi) o con il sistemi multimediali, che appaiono nel display a 'scomparsa' inseriti nella vettura. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie