Volvo, Centro per la Sicurezza compie 20 anni

In media distrugge una Volvo nuova di zecca al giorno per

Redazione ANSA MILANO

 Nel 2020 il laboratorio di test sugli incidenti di Volvo compie vent'anni. Inaugurato nel 2000 alla presenza del Re di Svezia, il centro distrugge in media almeno una Volvo nuova di zecca al giorno per studiare tutti i miglioramenti possibili da apportare sulle automobili della casa svedese. Oggi il laboratorio continua ad aiutare gli ingegneri di Volvo Cars a spingersi 'oltre' in termini di sicurezza e a imparare dagli incidenti stradali della vita reale, visto che la casa automobilistica punta a un futuro in cui il numero di vittime o feriti gravi a seguito di incidente in una nuova Volvo verrà azzerato. "Impegnarsi per migliorare la sicurezza - ha spiegato Thomas Broberg, uno dei maggiori esperti in sicurezza di Volvo Cars con anzianità ventennale all'interno dell'Azienda - non significa superare un test o ottenere una 'attestato' che certifichi un prodotto come sicuro. Il nostro impegno per la sicurezza consiste nello scoprire come e perché si verificano incidenti e infortuni, per poi sviluppare la tecnologia che consenta di prevenirli. Ci auguriamo che il nostro lavoro pionieristico sia per altri produttori uno stimolo a perseguire il nostro ambizioso obiettivo di ridurre gli incidenti stradali in tutto il mondo". Il laboratorio per i crash test del Centro per la Sicurezza di Volvo Cars è una struttura multifunzionale che consente agli specialisti in sicurezza di Volvo Cars di ricreare innumerevoli situazioni di traffico e incidenti e di eseguire test che vanno oltre i requisiti normativi. Il laboratorio è costituito da due piste di prova lunghe rispettivamente 108 e 154 metri. La più corta delle due è mobile e può essere posizionata in modo da creare angoli compresi tra 0 e 90 gradi. Questo sistema permette di effettuare crash test con diverse angolazioni e velocità o di simulare uno scontro tra due auto in movimento. Volvo Cars mette inoltre a disposizione la struttura ai membri dei servizi di soccorso stradale affinché possano perfezionare le loro capacità di salvataggio: all'inizio di quest'anno è stata organizzata un'esercitazione in cui sono state fatte cadere nuove Volvo da un'altezza di 30 metri per simulare l'elevato livello dei danni che si riscontrano sulla scena di incidenti stradali molto gravi.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie