Gravidanza,acido folico basso aumenta rischi per cuore bimbo

Supplementazione folati può prevenire malformazioni

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 AGO - Bassi livelli di folati in gravidanza aumentano il rischio che il feto sviluppi anomalie cardiache congenite. È il dato che emerge da uno studio coordinato dal National Children's Medical Center di Shanghai pubblicato sugli Annals of Internal Medicine.
    Il ruolo della carenza di acido folico nello sviluppo del feto nelle prime fasi della gravidanza è noto; tuttavia fino a oggi è stato messo in relazione soprattutto con il rischio di difetti del tubo neurale, come la spina bifida. Per questo ne è raccomandata l'assunzione alle donne fertili. Lo studio ha indagato ora il suo ruolo nel corretto sviluppo del cuore.
    Dal confronto di 197 mamme di bambini con difetti cardiaci congeniti e 788 donne i cui bambini erano sani, è emerso che le prime avevano livelli medi di folati di circa il 10% più bassi rispetto alle seconde (714 nanomoli per litro rispetto a 788). I ricercatori hanno calcolato che per ogni aumento di 100 nanomoli per litro dei livelli di folati, il rischio che il bambino nasca con malformazioni cardiache scende del 7%. Nei casi di donne con livelli di folati particolarmente alti (1.360 nanomoli per litro) il rischio di malformazioni al cuore si abbassa del 65%.
    Per i ricercatori, lo studio fornisce indicazioni sul fatto che assumere integratori di folati in gravidanza aiuti a prevenire le malformazioni cardiache nel feto. Per raggiungere questo effetto, la dose dovrebbe essere maggiore di quella assunta attualmente per prevenire i difetti del tubo neurale.
    Tuttavia, servono ulteriori studi per comprendere la sicurezza della supplementazione di folati a dosaggi più elevati. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA