ANSAcom

Grillo: serve riforma seria formazione post-laurea medici

Su formazione-lavoro possibile testo entro fine anno

matera ANSAcom

Esistono già delle proposte sul tema della formazione-lavoro dei medici, entro fine anno potrebbe arrivare un testo. A dirlo è il ministro della Salute Giulia Grillo, intervenendo via Skype al congresso Acoi, Associazione dei chirurghi ospedalieri italiani. Per il ministro in generale "bisogna affrontare una riforma strutturale seria che cambi la formazione post laurea di medici, che aiuti ad avere un sistema più fluido come nel resto d'Europa. "Il tema - rileva Grillo - l'ho posto quando abbiamo fatto il programma del Movimento Cinque stelle: cambiare l'approccio del post-laurea del medico, uscire dall'ottica del medico laureato e abilitato che continua ad essere come uno studente, entrando in quella che può già cominciare ad esercitare la professione. Oggi abbiamo un grande problema di risorse. Il paradosso dell'imbuto formativo rende ancora più ridicolo il problema da affrontare. Stiamo cercando di farlo in questi giorni: io stasera vedrò al Miur tutto il mondo universitario per cercare di far capire le importanti esigenze di chi ha bisogno la sanità pubblica per andare avanti".
"Da settembre faccio incontri con sindacati, associazioni, Regioni, Miur, per il tema della formazione - lavoro- ha aggiunto - noi abbiamo già delle proposte pronte. Com'è ovvio che sia i grandi cambiamenti incontrano anche grandi resistenze, sto cercando in tutti i modi di imprimere un'accelerazione a questa cosa. Se mi daranno il tempo, come mi auguro, penso che entro il 2019 dovremo riuscire a portare a casa un testo. Chiaro è che ci vuole la volontà di tutti. Vedo i servizi sul fatto che mancano i medici specialisti, ma quando si propongono le soluzioni ci sono sempre le barricate. Questo non è possibile: si propongono le soluzioni, se qualcuno vuole collaborare benissimo, ma poi devono essere fatte perché altrimenti tra cinque anni ci sarà il prossimo ministro e sarà tutto punto e a capo. E questo significherà la morte della sanità pubblica. Perché si regge sulle risorse umane e la formazione post laurea dei medici è un pezzo fondamentale".

In collaborazione con:

Archiviato in