Dentisti, ok a qualche 'sgarro' a Pasqua, ma avere più cura dei denti

SIdP lancia la campagna #IoRestoaCasa con Gengive in Forma

Redazione ANSA

Dal casatiello alla torta pasqualina, dalle colombe alle uova di cioccolato: tante le gioie per il palato che caratterizzano la Pasqua. I menù pasquali, ricchi di zuccheri e carboidrati, possono mettere a rischio la salute della bocca, portandoci a dover fare i conti con carie, infiammazione gengivale e parodontite: non servono tuttavia altre rinunce ma un'attenzione maggiore all'igiene orale, ancora più fondamentale in un momento in cui l'accesso agli studi odontoiatrici è più difficile e riservato ai soli casi urgenti.

A ricordarlo sono gli esperti della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP). Via libera al cioccolato soprattutto se amaro all'80%, ma è bene non abusarne se a tavola ci sono anche la colomba e i carboidrati dei piatti della tradizione, perchè l'accoppiata zuccheri semplici e carboidrati può mettere a rischio la salute orale.

La Sidp ricorda anche di dedicare qualche attenzione supplementare all'igiene orale, riscoprendo l'importanza di dedicare almeno due minuti allo spazzolamento dei denti e altrettanti all'uso quotidiano di filo interdentale e scovolino. Per informare e garantire l'assistenza per preservare la salute di denti e gengive in un momento in cui l'accesso agli studi dentistici è consigliato solo in casi di urgenza, la Società scientifica ha appena avviato la campagna #IoRestoaCasa con Gengive in Forma: grazie alla App gratuita GengiveINforma e al sito www.gengive.org è possibile definire il proprio profilo di rischio parodontale, informarsi sull'uso corretto degli strumenti per l'igiene domiciliare e accedere al decalogo per prevenire disturbi e mantenere la salute delle gengive.

"Non possiamo pretendere dagli italiani, già molto provati dalle limitazioni indispensabili per contrastare la diffusione dell'epidemia di Covid-19- osserva Luca Landi, presidente SIdP- ulteriori sacrifici in un momento che dovrebbe essere di festa come la Pasqua. Tuttavia è indispensabile qualche attenzione supplementare all'igiene orale, per evitare di dover fare poi i conti con carie e infiammazione gengivale: abbiamo tempi più rilassati, utilizziamoli per pulire i denti in maniera più accurata, specialmente dopo i pranzi in famiglia". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA