Sanità: riconoscimento Irccs al Sant'Orsola di Bologna

Il via libera arrivato dalla Conferenza Stato-Regioni

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 18 GIU - Il Policlinico Sant'Orsola, insieme a due unità operative dell'Ospedale Maggiore di Bologna, Chirurgia toracica e Chirurgia A e d'urgenza, diventa Irccs, il primo Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico interaziendale dell'Emilia-Romagna, coinvolgendo sia l'Azienda ospedaliero-universitaria che l'Azienda Usl: il via libera è arrivato oggi a Roma dalla Conferenza Stato-Regioni.
    Il riconoscimento conclude il percorso avviato a fine 2018 dalla Regione assieme alle due aziende sanitarie, al Comune e all'Università, ed è stato ottenuto per due ambiti di ricerca, rispetto ai quali Bologna rappresenta già un punto di riferimento: l'assistenza e ricerca nei trapianti e nel paziente critico e la gestione medica e chirurgica integrata delle patologie oncologiche.
    Con questo nuovo ingresso salgono così a cinque (quattro pubblici e uno privato), gli Irccs dell'Emilia-Romagna: Istituto Ortopedico Rizzoli (Ior) di Bologna, Istituto delle Scienze neurologiche (Ospedale Bellaria, all'interno dell'Azienda Usl di Bologna), Istituto in tecnologie avanzate e modelli assistenziali in oncologia (Azienda Usl di Reggio Emilia), e Istituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei tumori-IRST di Meldola (privato). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA