Dall'intelligenza artificiale ritratti dal futuro

Riesce a prevedere come cambia l'aspetto col passare degli anni

Redazione ANSA

Ritratti dal futuro grazie all'intelligenza artificiale: sono stati messi a punto i primi sistemi in grado di viaggiare avanti nel tempo, riuscendo a prevedere come cambia l'aspetto delle persone col passare degli anni in maniera estremamente realistica. Il risultato è stato ottenuto dal gruppo del Massachusetts Institute of Technology (Mit) guidato da Hongyu Yang, che presenteranno il loro progetto alla Conferenza sulla Visione Computerizzata e gli Schemi di Riconoscimento a Salt Lake City, Utah, in programma dal 18 al 22 giugno 2018.

La nuova tecnologia potrà aiutare la polizia con identikit più precisi per cercare persone scomparse da molto tempo. I ricercatori hanno addestrato la loro Intelligenza Artificiale con più di 100.000 immagini prese da due database, uno costituito da foto segnaletiche e l'altro da foto di celebrità e personaggi famosi. Durante l'addestramento un altro programma di computer ha svolto il compito di giudice per le performance del sistema.

La tecnologia utilizza un particolare algoritmo che lavora in due passaggi successivi: il primo prende una faccia e ne produce un'altra dello stesso individuo ad una certa età; il secondo passaggio invece confronta l'immagine ottenuta con quella originale e con altre immagini reali di persone della stessa età, rendendo ogni volta più accurato il primo passaggio. Lo stesso algoritmo era stato usato anche da altri sistemi di invecchiamento artificiale, ma quello realizzato dai ricercatori del Mit si concentra non solo sull'età ma anche sul mantenere l'identità della persona e, a differenza di tutti gli altri, riesce a rendere bene anche i cambiamenti che avvengono al livello della fronte e dei capelli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA