Covid, l'intelligenza artificiale lo riconosce nelle radiografie

Batte l'occhio esperto dei medici per accuratezza e velocità

Redazione ANSA

Sviluppata un'intelligenza artificiale capace di riconoscere i malati di Covid-19 dalle radiografie dei polmoni: dieci volte più veloce dell'occhio umano nell'analizzare le immagini, produce risultati con un'accuratezza pari all'82%, dunque superiore anche del 6% rispetto a quella raggiunta dai medici radiologi. Lo dimostra sulla rivista Radiology uno studio condotto dai ricercatori della Northwestern University, che hanno reso l'algoritmo pubblico per permettere a chiunque di svilupparlo ulteriormente in vista di un suo potenziale uso in ambito clinico.

"Non intendiamo sostituire l'attuale metodo di test con i tamponi", precisa l'esperto di intelligenza artificiale Aggelos Katsaggelos. L'obiettivo casomai è quello di offrire uno strumento complementare per fare lo screening dei pazienti ammessi in ospedale per ragioni diverse da Covid-19. "Le radiografie sono esami di routine, sicuri e poco costosi. Il nostro sistema – aggiunge Katsaggelos - impiegherebbe pochi secondi per esaminare un paziente e stabilire se debba essere isolato". In questo modo si ridurrebbe il rischio di contagio per gli operatori sanitari e gli altri pazienti ricoverati. "Ci possono volere ore o giorni per avere i risultati del tampone", sottolinea il cardiologo Ramsey Wehbe. "L'intelligenza artificiale non può confermare se un paziente sia positivo o meno, ma può segnalarlo per velocizzare il triage ancora prima che arrivi l'esito del tampone".

L'algoritmo DeepCOVID-XR ha infatti imparato a riconoscere l'impronta di Covid-19 sui polmoni dopo aver esaminato più di 17.000 radiografie del torace. Una volta completato l'addestramento, il sistema è stato messo alla prova su 300 nuove radiografie e la sua performance è stata confrontata con quella di cinque radiologi specializzati. I medici hanno impiegato dalle due alle tre ore e mezza per valutare le radiografie, raggiungendo un'accuratezza del 76-81%. L'intelligenza artificiale, invece, ha impiegato solo 18 minuti raggiungendo un'accuratezza dell'82%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA