Pronto il primo tessuto che ascolta, sa percepire i suoni

Per sensori indossabili nel campo della salute e della sicurezza

Redazione ANSA
Il primo tessuto capace di ascoltare: è in grado di percepire i suoni in modo simile all’orecchio umano, grazie ad una speciale fibra cucita all’interno. Lo ha messo a punto la ricerca coordinata dal Massachusetts Institute of Technology (Mit) e  pubblicata sulla rivista Nature. Le possibili applicazioni aprono la strada a sensori indossabili da utlilizzare nel campo della salute e della sicurezza.
I sensori di stoffa possono infatti monitorare il battito cardiaco e la respirazione, aiutare la comunicazione tra persone con difficoltà uditive o anche individuare la direzione da cui proviene un colpo di arma da fuoco.I ricercatori, guidati da Wei Yan, si sono ispirati alla complessa struttura dell’orecchio umano, nel quale le vibrazioni prodotte dal suono viaggiano fino alla coclea, dove sono poi convertite in segnali elettrici. Il tessuto, infatti, contiene nella trama una speciale fibra con proprietà elettriche, chiamata fibra piezoelettrica, che trasforma le onde di pressione nell’aria generate a frequenze udibili in vibrazioni meccaniche e poi in segnali elettrici, proprio come avviene nel nostro orecchio.Per rendere il tessuto in grado di ascoltare i suoni è necessaria solo una piccola quantità di fibre speciali: basta una sola fibra per decine di metri quadrati di stoffa, in grado di individuare anche segnali acustici molto deboli, come una persona che parla. Inoltre, il tessuto può essere lavato in lavatrice, cosa che lo rende ideale per i sensori indossabili.Per il momento sono tre le applicazioni dimostrate, utilizzando la stoffa sotto forma di semplici camicie: il capo di abbigliamento è in grado di facilitare la comunicazione se indossato da due persone con problemi legati all’udito, può monitorare il battito cardiaco se si trova a contatto con la pelle e riesce a capire da quale direzione arriva un suono, come un battito di mani o uno sparo.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA