Nasce Nastro Azzurro Sardegna, con malto d'orzo 100% sardo

Grazie alla collaborazione di 30 giovani agricoltori locali

Redazione ANSA

Nasce Nastro Azzurro Sardegna, un'edizione a base di malto d'orzo 100% sardo grazie alla collaborazione di 30 giovani agricoltori locali. Il progetto è stato avviato nel 2018 con il giovane produttore locale, Francesco Matta, che insieme a Nastro Azzurro ha iniziato la coltivazione di orzo sui terreni di Villasor in provincia di Cagliari, con un primo raccolto di oltre 3 mila quintali. Un successo che ha coinvolto quest'anno altri produttori nella zona di Villamar, con oltre 250 ettari coltivati per un raccolto di circa 7 mila quintali.

Nastro Azzurro Sardegna è una lager di colore giallo paglierino dal gusto secco e rinfrescante con una delicata nota amara data da luppoli finemente aromatici. Sull'etichetta è raffigurato il nuraghe per identificare e richiamare il legame con la Sardegna e con il territorio. "Abbiamo accolto con grande entusiasmo l'idea di dedicare un'edizione speciale del nostro brand Nastro Azzurro alla Sardegna", dichiara il manager di Nastro Azzurro, Dario Giulitti. Il direttore Relazioni Esterne Birra Peroni, Federico Sannella, ricorda l'impegno dell'azienda per la tutela della filiera agricola e "che oggi sono oltre 1500 aziende che lavorano con noi per produrre una materia prima eccellente".

Soddisfatto il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu che nell'accordo con Birra Peroni e Nastro Azzurro vede un'opportunità importante per gli imprenditori per sviluppare la produzione sul territorio, anche perché uno dei problemi della Regione è lo spopolamento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA