Coronavirus: Coldiretti, da Brennero passa export per 200mld

Canale insostituibile a rischio soffocamento per limiti Austria

Redazione ANSA Attraverso l'arco alpino trans
(ANSA) - Attraverso l'arco alpino transita quasi la metà delle esportazioni italiane, per un valore di circa 200 miliardi di euro di merci Made in Italy, dirette lungo la traiettoria del Corridoio Scandivano-Mediterraneo (Austria, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia e tre paesi dell'Est Europa, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca). E' quanto emerge da un'analisi della Coldiretti sugli effetti alle misure restrittive adottate dall'Austria al Brennero a seguito delle emergenza coronavirus. L'88% delle merci in Italia viaggia su gomma, con il valico alpino che rappresenta un punto privilegiato di sbocco sui mercati esteri. Il Brennero è dunque un canale oggi insostituibile per il flusso delle merci dall'Italia verso l'Europa che rischia di essere soffocato dai limiti alla circolazione che pesano sull' economia e sul lavoro. Un allarme, fa sapere la Coldiretti, che riguarda anche l'agroalimentare con la Germania che è la principale destinazione in Europa e nel mondo di cibi e bevande italiani. Quasi i due terzi (63%) delle esportazioni agroalimentari italiane, precisa la Coldiretti, interessano i Paesi dell'Unione Europea dove la crescita nel 2019 è stata del 3,6% con la Germania che si classifica come il principale partner con l'export che cresce del 2,9% e raggiunge i 7,2 miliardi nel 2019. La preoccupazione, conclude la Coldiretti, riguarda anche eventuali ritardi e rallentamenti nei trasporti che rischiano di danneggiare soprattutto le merci deperibili con la frutta e la verdura.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie