Mirabilia Network, cultura e turismo insieme a Matera

1000 eventi, istituzioni e aziende per valorizzare siti Unesco

Redazione ANSA ROMA

MATERA - Da Portovenere a Pienza, da Aquileia alle Isole Eolie, passando per Pavia, Benevento e Sassari: sono solo alcuni dei siti Unesco che, unendo le forze, metteranno in mostra le qualità culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche del proprio territorio nell'ambito della VIII Borsa Internazionale del Turismo Culturale e della IV edizione della Borsa Food & Drink organizzate da Mirabilia Network a Matera il 18 e 19 novembre. Mettendo insieme turismo e promozione culturale con un approccio al tempo stesso locale e internazionale, questa due giorni nella Città dei Sassi permetterà occasioni di confronto e di business per 100 buyer accreditati (provenienti dall'Italia e dall'Europa ma anche da Usa, Giappone, Russia e Corea del Sud), 147 aziende del settore enogastronomico e 137 di quello turistico operanti in un territorio che accoglie un sito Unesco, in un fitto programma composto da 1020 appuntamenti one to one. L'obiettivo è quello di far conoscere in Italia e all'estero i luoghi patrimonio dell'Umanità magari meno conosciuti, ma non per questo non degni di attenzione né meno appetibili da un punto di vista economico.
    L'idea dell'organizzatore Mirabilia Network, l'associazione nazionale che promuove i luoghi riconosciuti dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità (i cui partner sono Unioncamere e 16 Camere di commercio italiane, Camera di commercio della Basilicata come ente capofila e Camere di commercio di Messina, Bari, Benevento, Caserta, Crotone, Genova, Molise, Pavia, Perugia, Riviere di Liguria, Sassari, Sud Est Sicilia, Pordenone-Udine, Venezia Giulia e Verona), è quella di sfruttare l'interesse destato "dal connubio tra turismo, enogastronomia e artigianato, tutte eccellenze dei luoghi Unesco meno noti", spiega Angelo Tortorelli, presidente di Mirabilia Network.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA