ANSAcom

“Dolomiti in miniatura”, artisti di fama mondiale per riprodurre le cime

A San Tomaso Agordino nuova sessione ritratti in scala dei gruppi Patrimonio Unesco

BELLUNO ANSAcom

Altri quattro artisti internazionali e un bellunese saliranno a San Tomaso Agordino (Belluno) dal 7 al 14 luglio prossimi per scolpire ulteriori gruppi dolomitici, nell'ambito del progetto "Il Sentiero delle Dolomiti in miniatura", promosso dall'Amministrazione comunale, patrocinato dalla Fondazione Dolomiti Unesco con la sezione del CAI di Agordo e la Pro Loco di San Tomaso.
Il progetto prevede riproduzioni in scala ridotta delle più belle vette dolomitiche, scolpite in roccia Dolomia in loco e inserite direttamente nel paesaggio alpino.
I quattro artisti sono l'argentina Maria Trinidad Caminos, il messicano David Bucio, il francese Sébastien Taille, il russo Andrey Balashov e Paolo Moro, di Trichiana. Quest'ultimo è considerato uno degli scultori italiani contemporanei più rilevanti. Fra le sue opere, una scultura per la sede di Roma della Regione Veneto e un'opera in legno, commissionata sempre dalla Regione nel 2011. Tra i riconoscimenti, il primo premio della Giuria al Simposio Internazionale "Wood'n'Art" a Livigno (Sondrio) e il primo Premio della Giuria al Concorso Internazionale di scultura di Coredo (Trento).
Gli artisti lavoreranno per una settimana intera agli impianti sportivi "l'Arena 1082", che si trovano nella località "Al Pian" e le loro opere, una volta pronte, verranno trasportate lungo il sentiero predisposto per la manifestazione, la strada che porta da San Tomaso Agordino a San Simon, in Forcella San Tomaso. Su questo tratto sono già presenti alcune opere scolpite lo scorso anno da altri artisti: il Civetta, le Torri del Vajolet, il Campanile di Val Montanaia, il Monte Antelao, le Tre Cime di Lavaredo e il Pelmo.
"Siamo molto determinati a rendere questa iniziativa sempre più coinvolgente - afferma il Sindaco di San Tomaso, Moreno De Val - non solo per i turisti ma anche per tutto l'Agordino e il Bellunese. E siamo anche molto felici che questa iniziativa stia portando ancora qui in paese artisti di grande livello internazionale e locale, proprio come è lo spirito del progetto".
"Dolomiti in miniatura" punta a ricreare tutti e nove i sistemi dolomitici Patrimonio Unesco, per un totale di una ventina di vette. Tutte le opere riporteranno una targa con informazioni a cura del Cai di Agordo, dalla montagna ai suoi percorsi e rifugi, fino ai luoghi di interesse. Ogni riproduzione avrà inoltre un QR code che permetterà di accedere a informazioni e notizie aggiuntive sulla zona e gli eventi.
Fra gli sponsor dell'iniziativa figurano Birra Dolomiti, Formaggio Piave DOP, Pietra Dolomia, Cassa Rurale Dolomiti di Fassa Primiero e Belluno.

In collaborazione con:
Provincia di Belluno e Consorzio DMO Dolomiti

Archiviato in