Le mostre del week end, da Leonardo a Le Corbusier

A Milano il mondo anni '80, a Firenze monografica di Urgessa

di Marzia Apice ROMA

ROMA - Leonardo da Vinci, Le Corbusier e De Pisis, l'immaginario degli anni '80 e perfino un sacrario del IV secolo: sono gli appuntamenti con l'arte del prossimo weekend, aspettando il Natale.

MILANO - Le tappe principali della carriera di Leonardo da Vinci, dagli anni fiorentini giovanili fino all'ultimo periodo trascorso in Francia al servizio di Francesco I: la Veneranda Biblioteca Ambrosiana celebra i 500 anni dalla morte del celebre genio italiano con 4 mostre allestite in sequenza dedicate al Codice Atlantico, la stupefacente raccolta di 1119 fogli autografi di Leonardo, per un totale di circa 1750 disegni. La prima mostra, "I segreti del Codice Atlantico. Leonardo all'Ambrosiana" è allestita dal 18 dicembre al 17 marzo, presenta i disegni legati in modo specifico alla città di Milano. Dal 20 dicembre al 23 febbraio alla Galleria Gruppo Credito Valtellinese è allestita "Reality 80. Il decennio degli effetti speciali" la mostra che accende i riflettori sulle contraddizioni e il fascino del decennio 1980-1990. Il percorso, a cavallo tra cultura, società, spettacolo, arti, design e grafica, è costruito per frammenti monumentali e reperti tratti da eventi salienti affiancati da oggetti 'cult'.

FERRARA - "De Pisis. La poesia dell'attimo" è la mostra ospitata negli spazi del Padiglione d'Arte Contemporanea dal 22 dicembre al 2 giugno per ripercorrere le tappe principali della carriera dell'artista. Due i nuclei tematici dell'esposizione: nel primo la bellezza efebica, indagata da De Pisis con matite o pennelli, nel secondo le nature morte dell'artista messe in relazione con quelle di Giovanni Boldini.

   FIRENZE - Le figure magnetiche e i corpi aggrovigliati di Tesfaye Urgessa sono protagonisti dal 18 dicembre al 3 febbraio a Palazzo Pitti. Prima monografica dedicata in Italia a Urgessa, la mostra, dal titolo "Oltre", si concentra sulla produzione recente dell'artista e presenta lungo 6 sale una prevalenza di dipinti a olio accanto a lavori su carta con un rotolo di disegni e quattro monotipi.

   PIACENZA - Un viaggio nella storia lungo millesettecento anni, a quattro metri e mezzo di profondità: dal 23 dicembre sarà possibile visitare il sacrario databile al IV secolo, voltato e affrescato, in cui la tradizione cristiana vuole sia stato ritrovato il corpo del martire Antonino, patrono di Piacenza. Il luogo si trova nella piccola chiesa di Santa Maria in Cortina: dopo una affascinante discesa, i visitatori potranno calarsi all'interno della camera ipogea dove è stato ritrovato il corpo di Antonino, unico esempio di questo tipo di ambiente conosciuto in città ancora intatto ed accessibile. Grazie ad appositi occhiali per la ricostruzione 3D, si potrà poi ammirare la bellezza della decorazione.

    ORANI (Nu) - Il Museo Nivola rende omaggio a Le Corbusier, celebrando la sua attività non di architetto ma di artista visivo nella mostra "Lezioni di Modernismo" dal 22 dicembre al 17 marzo. Il percorso presenta 64 disegni nei quali emerge la potenza del linguaggio elaborato da Le Corbusier (dalla fase purista all'influenza surrealista con Picasso e Léger) e indaga anche la sua amicizia con Costantino Nivola. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA