Weekend: Mostre, da Banksy all'universo Marvel

A Parma Tiziano, Goya e Dürer nella collezione di Luigi Magnani

Marzia Apice ROMA

Le pungenti proteste di Banksy, i personaggi fantastici della Marvel, e poi gli omaggi a Dante nell'anniversario della morte, e i tantissimi e tutti diversi capolavori collezionati da Luigi Magnani, da Tiziano a Dürer: sono alcuni degli appuntamenti con l'arte del prossimo weekend.
    ROMA - La stagione al Chiostro del Bramante si apre nel segno di "Bansky a visual protest", progetto espositivo dedicato al misterioso e controverso artista, allestito dall'8 settembre all'11 aprile. Ironia, denuncia, politica, spirito critico, intelligenza contraddistinguono i lavori esposti (tutti provenienti da collezioni private), una serie di stampe su carta o tela, insieme a una selezione di opere uniche realizzate con tecniche diverse (dall'olio o dall'acrilico su tela allo spray su tela, dallo stencil su metallo o su cemento ad alcune sculture di resina polimerica dipinta o di bronzo verniciato).
    La mostra documenta un arco temporale dal 2001 al 2017, comprendendo anche più di 20 progetti per copertine di dischi e libri.
    MAMIANO DI TRAVERSETOLO (PR) - Tiziano e Gentile da Fabriano, Goya e Dürer, Tiepolo e Rubens, e poi un nucleo contemporaneo, composto tra gli altri da Morandi, De Pisis, Severini, Guttuso.
    È una collezione magnifica quella che anima la mostra "L'ultimo romantico. Luigi Magnani il signore della Villa dei Capolavori", a cura di Stefano Roffi e Mauro Carrera, per raccontare al pubblico la figura di Luigi Magnani, uno dei più importanti collezionisti al mondo (scomparso nel 1984) e il suo rapporto culturale e spirituale con le opere d'arte. Allestita dal 12 settembre al 13 dicembre alla Fondazione Magnani Rocca, nella casa-museo nota come Villa dei Capolavori, la mostra (che presenta con oltre cento opere provenienti da celebri musei e prestigiose collezioni), svela il ritratto più intimo e veritiero di Magnani che per tutta la vita si circondò di bellezza, intrattenendo rapporti con i più grandi artisti e intellettuali, e che riuscì a creare nella sua splendida dimora un dialogo ininterrotto tra tutte le forme d'arte.
    RAVENNA - "Inclusa est flamma. Ravenna 1921: il Secentenario della morte di Dante" è la mostra, a cura di Benedetto Gugliotta, che racconta in un avvincente percorso storiografico le celebrazioni nazionali per il VI centenario dantesco del 1921. Dal 12 settembre al 10 gennaio alla Biblioteca Classense, l'esposizione (prima di 3 mostre che fanno parte del progetto "Dante. Gli occhi e la mente", ideato dal Comune di Ravenna - Assessorato alla cultura, dal MAR - Museo d'Arte della città di Ravenna e dalla Biblioteca Classense in occasione del 700° anniversario della morte di Dante Alighieri) si compone di libri, manifesti, fotografie, dipinti, manoscritti e numerosi oggetti d'arte conferiti come omaggio a Dante e alla città "ultimo rifugio" del poeta.
    MILANO - La straordinaria storia della Marvel dal 1939 ai giorni nostri: a Wow Spazio Fumetto il 12 settembre apre "Amazing. 80 (e più) anni di supereroi Marvel", in programma fino al 6 gennaio. La mostra indaga il gigantesco affresco narrativo della Marvel ancora oggi in evoluzione e i tanti personaggi celebri, attraverso un percorso arricchito da ingrandimenti di effetto scenografico, ricco di tavole originali, manifesti, gadget, albi d'epoca. Al Museo del Novecento è allestita la mostra "Franco Guerzoni. L'immagine sottratta", a cura di Martina Corgnati, dal 9 settembre al 14 febbraio: il percorso si configura come una sorta di "itinerario attorno alla parete", tema ampiamente indagato dall'artista, e propone soprattutto opere realizzate nell'ultimo decennio. Presente in mostra anche Intravedere, l'ultima ricerca di Guerzoni, focalizzata su piccole stanze di materiale gessoso la cui immagine resta nascosta agli occhi di guarda. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie