Sassi, Dolomiti e due mari: ecco la mappa delle ciclovie lucane

Cinque percorsi per 2.500 km per esplorare la regione in bici

Redazione ANSA POTENZA

(ANSA) - POTENZA, 16 SET - Cinque percorsi che si incrociano tra loro, 2.500 chilometri, dieci aree verdi, parchi e riserve naturali: sono solo alcuni dei numeri che l'associazione Fiab Ciclostile ha elencato in serata, a Potenza, presentando "Basilicata Bikeways", la mappa delle ciclovie lucane, "primo sistema strutturato per chi ama le due ruote e chi vuole scoprire posti nuovi".
    I cinque percorsi, che prendono il nome del tratto di territorio che abbracciano, rappresentano secondo gli ideatori "il modo più agevole per esplorare l'intera regione attraversandola in sella alla bicicletta su strade provinciali e statali con bassissimo traffico veicolare, adatte agli amanti del turismo non frenetico e della natura incontaminata".
    La "ciclovia dei boschi rari" (da Pescopagano a Castrovillari, nel cuore del Pollino per 313 km), quella "dei due mari" (da Policoro a Maratea, partendo da Matera per 363 km), quella "del grano, olio e vino" (da Potenza, verso il Vulture, la collina materana e ritorno in 386 km), la ciclovia delle "Dolomiti lucane e dei calanchi" (da Pietrapetrosa a Craco ed Aliano in un percorso da 424 km), il "Gran Tour della Basilicata" (da Rionero alla scoperta dell'entroterra lucano in 545 km) coprono per intero la regione, grazie all'attenzione particolare di chi le ha disegnate, conoscendo alla perfezione il territorio. E per ogni singolo itinerario il "consiglio" a non perdere la visita a luoghi caratteristici e identificativi della Basilicata con l'ulteriore possibilità di "incrociare i vari tratti per modificare a proprio piacimento il viaggio alla scoperta della Badsilicata", hanno concluso gli ideatori della mappa. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie