Trovato affresco inedito di Malmerendi

L'opera si trova su parete di casolare in una gola profonda

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - Nascosta per oltre 70 anni, un'opera pittorica muraria inedita attribuita al pittore e xilografo romagnolo Giovanni Malmerendi, detto "Giannetto", è stata ritrovata il mese scorso nel Cesenate da una equipe del Museo e Biblioteca Renzi di Borghi (Forlì-Cesena) insieme a funzionari della Soprintendenza di Ravenna.
    Il ritrovamento, avvenuto tra Cesena e Roncofreddo, è definito "eccezionale" da Andrea Antonioli, alla guida del team di ricerca. Malmerendi (1893-1968) è stato un noto pittore, incisore e ceramista originario di Faenza. L'affresco inedito si trova in una gola profonda e appartata, raggiungibile con oltre un'ora e mezza di cammino, completamente invasa da vegetazione.
    È stato dipinto sulla parete di un casolare rurale diroccato e abbandonato intorno agli anni Sessanta. L'opera reca incisa l'immagine di San Giorgio su cavallo bianco che colpisce mortalmente il drago.
    "La pittura - spiega Giampaolo Grilli, del team di ricerca - misura circa 90x65 e fu stesa su strati d'intonacatura di diverso colore con uno spessore compreso tra 1-1,5 centimetri.
    Reca l'incisione ancora abbastanza nitida in rilievo operata con materiale legnoso di fortuna, mancando al Malmerendi gli strumenti di lavoro persi durante il celere sfollamento durante il secondo conflitto mondiale in direzione delle colline cesenati. Le ricerche e le testimonianze che abbiamo raccolto confermano che il pittore abitò per qualche tempo in quella casa".(ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA