'Il futuro dimenticato' in 3D su progetti di Bologna

Dalla torri di Kenzo Tange alla Manifattura delle Arti

Redazione ANSA BOLOGNA

 BOLOGNA - Il Pilastro, la Manifattura delle Arti, le torri di Kenzo Tange per un viaggio virtuale nei progetti urbanistici che hanno modellato la città di Bologna.
    Nasce per raccontare la città e il suo progetto di futuro, le sue aspirazioni, le visioni dell'avvenire 'Il futuro dimenticato', la nuova sala del Museo della Storia di Bologna che ospita l'applicazione di realtà virtuale ideata da Fabio Roversi Monaco e Marco Roccetti, e progettata da Loop e WhatWeare.
    Con l'utilizzo di visori, si ha accesso ad un 'volo' all'interno di un ambiente stilizzato e ricostruito in 3D, con voce narrante. Il primo percorso, 'Il futuro realizzato' (nel 2020 ne seguirà un altro) mostra tre progetti, a cominciare dalle torri di Kenzo Tange del fiera district. Poi la Manifattura delle Arti, nel vecchio porto sul canale Navile; infine il quartiere Pilastro, progetto di edilizia popolare in periferia inaugurato nel 1966. 
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie