Van Biesbroeck e 'l'anima delle cose'

Dal 6 dicembre a Modena ne 'La Galleria' di Bper Banca

Redazione ANSA MODENA

MODENA - Un pittore e scultore a cavallo tra due secoli e tra più paesi: Jules Van Biesbroeck (1873-1965) è un artista italo-belga che integra in un tardo romanticismo le influenze dei simbolisti, ma anche il concetto di "anima delle cose", quella capacità di indagare l'elemento naturale per definire e comunicare il sentire psicologico. Bper Banca ha raccolto un importante nucleo di opere proveniente dalla collezione della Cassa di Risparmio di Ferrara e ora lo propone al pubblico nella mostra 'Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose', negli spazi de 'La Galleria' nel centro storico di Modena. L'esposizione, a ingresso gratuito, sarà aperta da venerdì 6 dicembre fino a giugno 2020.
    L'esposizione è suddivisa in tre sezioni tematiche - mito, corpo e paesaggio - e raccontano al pubblico l'arte di Van Biesbroeck, artista complesso che ha partecipato a sette Biennali d'Arte di Venezia tra il 1903 e il 1926. Nel 1920 e nel '24 è stato anche membro della Giuria di Accettazione della stessa Esposizione Internazionale.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie