Opera Sellaio di nuovo in mostra

A Rivoli con la Fondazione Cerruti. Fu sequestrato dai nazisti

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 30 LUG - Può di nuovo essere ammirata al Castello di Rivoli la Madonna col Bambino, san Giovannino e due angeli di Jacopo del Sellaio. Il dipinto, realizzato tra il 1480 e il 1485, fa parte della Collezione Cerutti, recentemente acquisita dal Castello che sta catalogando le sue opere ricostruendone anche le origini.
    L'opera, di proprietà dell'imprenditore ebreo Gustav Arens, ha una storia decisamente avventurosa. Dopo la morte del proprietario, a Vienna nel 1936, passò alla figlia alla quale venne sequestrata e poi restituito dietro riscatto, dalle autorità naziste, insieme ad altre opere. Gli Arens fuggirono negli Usa, da dove invano cercarono di ritrovare l'amato dipinto che nel 1974 riapparve in vendita alla Galerie Fischer di Lucerna e nel 1985 a Londra ad un'asta di Christie's, dove la comprò un mercante italiano dal quale, due anni dopo, Cerruti, innamorandosene, la acquistò..
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie