Pombo rivisita la Madonna di Tintoretto

Il 10 maggio a Scuola Grande di San Rocco con l'artista spagnolo

Redazione ANSA ROMA

VENEZIA - Un omaggio universale alla femminilità, alla donna come madre, creatura e creatrice, che trova nella figura della Madonna il suo archetipo. Jorge R. Pombo rivisita sette capolavori di Tintoretto che raffigurano altrettanti momenti paradigmatici della vita della Vergine Maria. Prosegue così il dialogo con i dipinti del maestro del Rinascimento alla Scuola Grande di San Rocco a Venezia, dopo il successo dell'esposizione "Passione e Giustizia", che si è conclusa il 15 gennaio 2019.

Nella nuova mostra "Tintoretto - Pombo, Maternità e Passione", a cura di Sandro Orlandi Stagl con Frederick Ilchman e testo di Gabriella Belli, il pittore spagnolo ci propone un ciclo di "variazioni" dedicate all'Annunciazione, a Fuga in Egitto, Strage degli Innocenti, Maria in meditazione, Maria Egiziaca, Crocifissione, Assunzione. La mostra, che si inaugura il 10 maggio alla presenza dell'artista, sarà aperta fino al 20 agosto. Il progetto di Jorge R. Pombo è l'unico dedicato a Tintoretto in Italia nel 2019. I quadri - che misurano 2,2 x 3,3 metri - saranno collocati a fianco degli originali di Tintoretto nella Sala terrena della Scuola Grande di San Rocco, creando un dialogo ideale e di notevole impatto visivo ed emotivo tra pittura rinascimentale e interpretazione contemporanea ed evidenziando la forza atemporale delle opere del maestro.

Pombo è famoso nel mondo per la sua originale rivisitazione della pittura classica che riproduce svuotando la figurazione con azioni di cancellazione a sfumature, per recuperare in modo plastico le "macchie", le campiture di colore, che sente ancora vive e interessanti al tempo di oggi.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA