Clochard protesta su tetto struttura

Bologna, chiedeva sistemazione dopo fine 'piano freddo' comunale

È durata un paio d'ore la protesta di un senzatetto, italiano di 45 anni, a cui questa mattina è stato chiesto di lasciare la struttura di accoglienza Casa Willy di via Pallavicini, periferia di Bologna, perché è terminato il 'piano freddo' comunale.

Dopo la proroga fino a fine maggio per l'emergenza Covid-19 delle misure, che solitamente terminano il 31 marzo, la struttura deve infatti chiudere. Poco prima delle 9 l'uomo è salito sul tetto dell'edificio e ha minacciato di gettarsi, chiedendo una sistemazione alternativa. Sono intervenuti Vigili del Fuoco, Carabinieri e 118. Le trattative avviate dai militari della Stazione Mazzini, in contatto telefonico col negoziatore dell'Arma, hanno convinto il 45enne a desistere e a scendere, verso le 11. L'uomo è stato preso in carico dai sanitari del 118 che lo hanno portato all'ospedale Maggiore per accertamenti.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie