Dal programma Bei-Iccrea 200 milioni per le Pmi, 25% all'agricoltura

Nell'accordo coinvolte 14 banche in tutta Italia

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - La Banca europea per gli investimenti (Bei) e il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea (attraverso Iccrea Banca) hanno stilato un accordo che permetterà a 14 banche del Gruppo di finanziare con 200 milioni i progetti delle Pmi in Italia, con una quota riservata all'agricoltura. I nuovi prestiti sono destinati alle aziende con meno di 250 addetti, attive in tutti i settori produttivi: artigianato, industria, commercio, turismo e servizi, con una quota del 25% riservata alle aziende agricole.

Gli investimenti potranno riguardare l'acquisto, la costruzione, l'ampliamento e la ristrutturazione di fabbricati, e l'acquisto di impianti, attrezzature, automezzi o macchinari, le spese di ricerca, sviluppo e innovazione dei progetti, ma anche capitale circolante legata all'attività. Le 14 banche, infine, potranno generare nuovi finanziamenti per altri 200 milioni, trasferendo ai clienti finali i vantaggi della provvista Bei in termini di durata e tassi di interesse.

Nel dettaglio le 14 Banche del Gruppo Iccrea che aderiscono all'operazione sono: EMIL Banca; BCC Umbria; Banca della Marca; BCC Abruzzese-Cappelle sul Tavo; Banca Alpi Marittime; Banca del Piceno; Banca d'Alba; BCC Ravennate, Forlivese e Imolese; BCC di Ostra e Morro d'Alba; Banca Patavina; BCC di Pontassieve, BCC di Recanati e Colmurano; BCC dei Colli Albani; Banca Mediocredito del Friuli Venezia Giulia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."