Agricoltura: Ue, regioni Italia verso aumento gruppi operativi

D'Avino (Dg Agri), con bandi pronti quota 700 è alla portata

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il numero di gruppi operativi locali per l'innovazione in agricoltura attivi oggi in Italia, circa 200, "potrebbe aumentare in modo esponenziale" nei prossimi mesi e "nel giro di un anno e mezzo si può arrivare senz'altro vicini" alla quota dei 700 previsti per il nostro Paese nel 2014-2020. Lo ha detto il vice-capo unità ricerca e innovazione della Direzione generale Agricoltura della Commissione europea, Alberto D'Avino, ospite a un forum ANSA Agri Ue sull'agricoltura e le tecnologie digitali.

I gruppi operativi per l'innovazione - avviati nel 2014 e finanziati tramite la Pac - rappresentano "una nuova misura su cui gli Stati membri e le regioni avevano poca esperienza in passato", per questo "alcuni rallentamenti nel metterli in atto si sono osservati in tutta Europa", ha spiegato D'Avino

In Italia, per il 2014-2020, ne erano programmati 700 in quasi tutte le regioni. A oggi, quelli attivi sono 200 in otto regioni, perché solo in questi casi le regioni "sono riuscite effettivamente a creare i bandi", ha sottolineato D'Avino, prevedendo tuttavia un aumento significativo "appena le restanti regioni saranno pronte con i bandi".

 

PER SAPERNE DI PIU'


RIVEDI LA DIRETTA

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."