Città vino Europa, Alto Piemonte e Gran Monferrato candidati

Costituita Assemblea Comuni, nascerà Comitato ad hoc

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 04 AGO - Le Città del Vino di Alto Piemonte e Gran Monferrato si candidano a Territorio Europeo del vino 2024. Il primo atto ufficiale è stata la costituzione dell'"Assemblea dei Comuni Città del Vino", il secondo sarà la costituzione di un comitato ad hoc, denominato Alto Piemonte-Gran Monferrato, per portare a compimento il percorso di candidatura.

"Le Città dovranno organizzare eventi culturali che tengano in considerazione la tutela e la cultura tradizionale e vitivinicola, dimostrare sensibilità e rifletterla sul programma di attività presentate nella richiesta di candidatura", spiega Stefano Vercelloni vice presidente nazionale dell'Associazione e delegato piemontese. "Il vino non è soltanto buono per essere venduto o consumato, ma è un fattore attrattivo dal punto di vista turistico e di diffusione della cultura. I vini, le cantine, i paesaggi e le colline sono leve economiche che portano ricchezza e posti di lavoro sui nostri territori" sottolinea l'assessore regionale alla Cultura, Turismo e Commercio, Vittoria Poggio. "Sono lieto che territori vitivinicoli del Piemonte, dai quali nascono vini di grande qualità apprezzati nel mercato nazionale ed europeo, si siano uniti per partecipare ad una candidatura prestigiosa, grazie all'iniziativa delle Enoteche regionali e degli Amministratori locali" aggiunge l'assessore all'Agricoltura e Cibo Marco Protopapa. "La valorizzazione di un territorio passa anche attraverso la promozione dei prodotti locali, specie se, come nel caso del comparto vitivinicolo, rappresentano autentiche eccellenze riconosciute in tutto il mondo, oltre a costituire un settore strategico per l'Italia e per il nostro Piemonte.

Dobbiamo lavorare tutti insieme, unire le forze e le eccellenze" afferma l'assessore regionale all'Ambiente Matteo Marnati.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: