Primo ok a una riforma del sistema di cooperazione giudiziaria e-Codex

'Sistema consentirà trasmissione transfrontaliera dati cause'

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Via libera dalla commissione per gli affari giuridici e dalla commissione per le libertà civili del Parlamento europeo all'accordo, ottenuto al trilogo di dicembre, sulla riforma dell'e-Codex, il sistema progettato per consentire la trasmissione elettronica transfrontaliera di dati per la cooperazione giudiziaria in materia civile e penale.

L'accordo è stato approvato con 81 voti favorevoli, nessuno contrario e 1 astensione.

Con la riforma del finanziamento e della gestione del sistema, le istituzioni Ue mirano a rendere la comunicazione giudiziaria transfrontaliera più efficiente aumentando così la fiducia reciproca tra le autorità giudiziarie dell'Ue e la fiducia dei cittadini nell'Unione.

Parte cruciale della riforma sarà il trasferimento della gestione di e-Codex all'Agenzia Ue per i sistemi informativi su larga scala (eu-Lisa), con sede a Tallinn, in Estonia entro la fine del 2023. La riforma dovrà passare ora il voto dell'assemblea plenaria prima che il regolamento venga adottato e pubblicato nella Gazzetta ufficiale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie