Giani nominato vice presidente Regioni marittime europee

Avrà la delega per la politica di coesione

Redazione ANSA

BRUXELLES - Da oggi il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ricoprirà anche il ruolo di vice presidente con delega alla coesione per la Conferenza delle Regioni periferiche marittime d'Europa (Crpm) che raggruppa oltre 150 regioni europee appartenenti a 24 stati. Giani ha definito la Crpm "essenziale nel suo ruolo di think tank per accompagnare le decisioni dell'Ue volte a favorire uno sviluppo dei territori sempre più equilibrato e sostenibile", anche in considerazione del fatto che l'Italia è il secondo paese in Ue beneficiario dei fondi regionali dopo la Polonia.

Dopo la presidenza di Vannino Chiti e quella di Claudio Martini, prosegue dunque la storia di collaborazione tra la Cprm e la Toscana, che ha anche contribuito alla fondazione della Conferenza nel 1973. Collaborazione che, dice Giani, "ha prodotto forti interazioni anche a livello di progetti europei vinti", fra cui il nuovo KLEROTERION per il processo partecipativo dei cittadini alle politiche regionali.

Una volta che il negoziato sul bilancio 2021-2027 sarà terminato, occorrerà concentrarsi "sulla attuazione della politica di coesione sui territori", soprattutto durante la crisi legata al Covid, ha sottolineato Giani assicurando il suo impegno in favore soprattutto di cultura e turismo, "due settori che stanno accusando più di altri questa crisi e che per molte regioni sono prioritari". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: