San Donà di Piave, la coesione è centrale per le piccole città

L'esempio del programma Ue Urbact per la sostenibilità

Redazione ANSA

BRUXELLES "Nella realtà post Covid, più di prima, ogni città trova forza nella resilienza ma soprattutto troverà nuova vita nelle politiche di coesione Ue".

Lo ha detto l'assessore a fondi Ue, bilancio e rigenerazione urbana di San Donà di Piave, in provincia di Venezia, Daniele Terzariol (Pse), nel suo intervento alla Settimana delle Regioni e delle città, sottolineando che "per municipalità come San Donà di Piave la sostenibilità dell'azione di governo locale" è "un'idea-faro fondamentale".

Terzariol, che partecipa al programma Yep per i giovani politici del Comitato delle Regioni, ha invitato Bruxelles a dare maggiore peso alle piccole città nella nuova fase di programmazione. Il vicesindaco si è poi soffermato sul programma europeo Urbact per lo sviluppo urbano sostenibile, che coinvolge San Donà di Piave: si tratta, ha osservato, di "una grande occasione per sperimentare modelli di intervento di politiche pubbliche con città europee che condividono i medesimi valori e combattono le stesse sfide".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: