Covid:oltre 4.000 morti in 'Nuova Europa' in ultimi 7 giorni

I nuovi casi di contagio a un passo da quota 400.000

Redazione ANSA BELGRADO
(di Stefano Giantin) (ANSA) - BELGRADO, 28 OTT - Mentre il virus continua a diffondersi in maniera molto rapida nell'Europa centro-orientale, aumentano i decessi provocati dal Covid, in particolare in Cechia, ma anche in Polonia, Romania, Ungheria.

Lo si evince dai dati dell'ultimo bollettino epidemiologico settimanale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), aggiornato al 25 ottobre.

Altri 391.601 nuovi casi di Covid (+45.4% rispetto alla scorsa settimana) e 4.098 nuovi decessi (+38.8%) sono stati comunicati da Paesi balcanici ed Europa centro-orientale all'Oms (settimana fino al 25/10), così il totale dei casi da inizio epidemia nella regione è a 2.224.500; i decessi a 42.200.

I Paesi della regione con più nuovi decessi nell'ultima settimana sono: Polonia (827), Cechia (725), Ucraina (682), Romania (506), Ungheria (283) e Germania (255). In Cechia "i nuovi decessi sono a 67 per milione, numero più alto da inizio epidemia, si prevede che gli ospedali raggiungano la capacità massima" di ricoveri "entro metà novembre".

Nell'Europa centro-orientale le nazioni con più decessi totali da inizio epidemia sono Germania (10098), Ucraina (6590), Romania (6470), Polonia (4483), Cechia (2365). La Macedonia del Nord rimane il Paese dell'area con il più alto tasso di decessi per milione di abitanti (448), seguito da Montenegro (430), Moldova (421), Kosovo (353); il rapporto più basso si registra in Slovacchia (30, quasi raddoppiato in una settimana).

Per l' Oms, i Paesi dell'Europa centro-orientale con più nuovi casi di contagio negli ultimi 7 giorni sono Cechia (81.907,), Polonia (74715 contro 45592), Germania (67207 contro 39110), Ucraina (38538) e Romania (29325). "La Slovenia ha registrato il numero più alto di nuovi casi giornalieri, 1964" la scorsa settimana e "il rapido aumento dei contagi ha portato il sistema sanitario al limite", ha affermato l'Oms.

Il più alto numero di casi da inizio epidemia è in Germania (449275), seguita da Ucraina (355601), Cechia (268370), Polonia (263929). Il Montenegro rimane il Paese della regione con più casi totali per milione di abitanti (26988), seguito da Cechia (25060), Moldova (17802), Macedonia del Nord (13055); il tasso più basso si registra in Lettonia (2522). Un totale di 476,332 casi cumulativi di infezione (+71121 in settimana) e 12.465 (+961) decessi da inizio epidemia sono confermati fino al 25 ottobre in Slovenia, Croazia, Bulgaria, Romania e nei Balcani occidentali. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: