Pnrr: Picierno, 'criticità, ma governo non si tiri indietro'

'E' asse fondamentale economia italiana'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 05 DIC - "Il Pnrr costituisce un asse fondamentale per la crescita dell'economia italiana e per ridurre i divari tra Nord e Sud. In particolare per il Mezzogiorno è un'opportunità storica che può finalmente consentire di colmare gap infrastrutturali, nella digitalizzazione e nei servizi essenziali, a partire da quelli educativi e sanitari. Il Piano nelle ultime settimane sta certamente scontando alcune criticità, sia per l'eccessiva burocratizzazione di alcuni processi che per ragioni congiunturali, come il rincaro dei prezzi dell'energia. Ma ciò non può significare metterne in discussione l'impianto e l'attuazione, né si deve pensare alla rinuncia di alcuni progetti". Lo afferma la Vicepresidente del Parlamento Europeo Pina Picierno "Bisogna utilizzare tutti i fondi a disposizione, senza cercare alibi in una presunta rinegoziazione per svuotare il Pnrr. Il Governo pensi piuttosto a snellire le procedure, a rafforzare la capacità amministrativa degli Enti Locali, a coordinare il Piano Nazionale con le varie programmazioni regionali 21/27 su cui stiamo già scontando ritardi, a far chiudere nei tempi previsti il completamento delle opere e ad accompagnare l'utilizzo delle risorse con le riforme concordate con la Commissione. Auspico che l'esecutivo si attivi per superare le criticità, non che le aggiri tirandosi indietro. E' uno snodo fondamentale per la nostra credibilità davanti l'Unione Europea e per lo sviluppo del nostro Paese", conclude.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: