Expo Dubai 2020

Expo Dubai: Emirati Arabi promuovono il modello della Puglia

Il governatore Emiliano sul posto con l'innovazione

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 20 OTT - Il modello pugliese di fare imprese è vincente. E non solo in campo artigianale, ma anche nell'innovazione tecnologica. È quanto emerge dall'evento conclusivo della visita della delegazione pugliese guidata dal governatore, Michele Emiliano, e dall'assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Delli Noci, negli Emirati Arabi e all'Expo di Dubai. Ed è stato tra gli eventi che hanno avuto il più alto tasso di partecipazione all'interno del Padiglione Italia di Expo, con una presenza più alta rispetto alla media di stakeholder locali, si tratta del talk organizzato dall'Italian Trade Agency di Dubai e dall'Ice, nel quale direttori di aziende italiane ed emiratine, alla presenza di delegati, investitori e fondi da India, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Barhein e Israele si sono confrontati sulle possibili collaborazioni tra Italia edUae, al quale ha preso parte anche la Puglia. Ne è venuto fuori un chiaro indirizzo politico: promuovere la formazione, che accompagna fino all'ingresso nel mondo del lavoro e poi l'interscambio culturale.
    Il governatore della Puglia Michele Emiliano è soddisfatto di questa chiamata da parte del Commissariato italiano ad Expo di contribuire alla Esposizione dell'Italia a Dubai. La Puglia è presente ad Expo per ben due settimane, questa dedicata allo spazio, in cui ha portato alcune delle tecnologie più avanzate e delle imprese più all'avanguardia del suo territorio, e poi tornerà a marzo per la settimana dedicata all'Acqua, che è anche quella conclusiva che chiuderà Expo. "Il Commissariato italiano ad Expo ci ha invitato perché siamo destinatari di importanti fondi europei per la internazionalizzazione e noi siamo stati da subito accordi - dice il governatore Emiliano -. Le tecnologie dell'aerospazio per costruire i satelliti sono una realtà in Puglia e sono orgoglioso del fatto che grazie al nostro sportello per il finanziamento all'impresa, ogni società che ha buona idea può in ogni momento lavorare con noi".
    Poi il governatore pugliese ripercorre con l'ANSA le tappe di questa trasferta: "Siamo andati al parco tecnologico di Strata Manufacturing, un'azienda nel deserto che mi ha davvero impressionato. Abbiamo corroborato le relazioni tra le imprese pugliesi e quelle dell'emirato di Sharjah. Il modello pugliese di fare impresa, che è simile a quello di un sarto, cioè si passa dal tagliare come un sarto un programma o un progetto su misura, ed è molto incentrato sulla formazione a bottega, che serve poi per il lavoro sul campo: è un modello vincente che piace a Dubai".
    Le relazioni commerciali tra Puglia ed Emirati Arabi Uniti proseguono in maniera ininterrotta da 10 anni e con il peso spostato sulle esportazioni che lo scorso anno, nonostante la crisi sanitaria, hanno avuto il saldo attivo più alto degli ultimi dieci anni. Il valore delle merci vendute dalla Puglia agli Emirati Arabi Uniti ha superato la somma di 37 milioni e mezzo di euro, riferisce una nota dell'Agenzia Ice. E tra i prodotti pugliesi esportati negli Emirati Arabi, non ci sono l'olio o il cibo, o meglio non solo. Negli Emirati arabi la Puglia esporta computer e unità periferiche, per un valore di 5,546 milioni di euro, in crescita di oltre il 90%; apparecchiature per le telecomunicazioni, macchine di impiego generale e poi mobili e design. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: