Woodland, dal basket al golf grazie a Hinrich

Campione US Open scelse il green dopo sfida con ex playmaker Bulls

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - Dal parquet al green "grazie" a Kirk Hinrich. Dal fallimento nella pallacanestro al trionfo US Open nel golf. Questa la parabola di Gary Woodland, campione della 119/a edizione del terzo Major 2019 andato in scena a Pebble Beach (California). A "convincere" Woodland a mollare il basket per scegliere il golf è stato l'incontro sul parquet con Hinrich. Che nella prima stagione da matricola, in una sfida di College Usa, ha letteralmente mandato al manicomio Woodland. "Dopo quella partita contro Kirk - la rivelazione del trentacinquenne di Topeka - ho capito che il basket non faceva per me. Non è stata una decisione facile e leggera, anzi. Fin da piccolo ho sempre creduto che l'NBA fosse un sogno percorribile. E invece sono riuscito a impormi nel mondo del golf". Hinrich, ex playmaker dei Chicago Bulls (bronzo ai Mondiali 2006 in Giappone), per quattro anni ha giocato per l'Università del Kansas prima di entrare nel mondo NBA. Buon tiratore, difensore duro e tenace, ha fatto impazzire Woodland sul parquet a suon di triple in faccia. Ed è forse anche grazie a lui che il golfista texano ha trionfato all'US Open battendo Brooks Koepka, leader mondiale e vincitore dell'edizioni 2017 e 2018 del torneo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: