Svolta rosa sul green verso la Ryder Cup

All'Olgiata GC presentato il nuovo progetto FIG "Golf è donna"

Redazione ANSA ROMA

Con "Golf è donna"arriva una svolta rosa sui green italiani verso la Ryder Cup 2022. Per Franco Chimenti, numero uno FIG e vicepresidente vicario del Coni, il progetto presentato all'Olgiata GC di Roma - teatro della 76/a edizione dell'Open d'Italia (10-13 ottobre) - rappresenta "un'iniziativa straordinaria. Oltre che la svolta verso la super sfida tra Usa-Europa del 2022. Un evento - ha sottolineato Chimenti - unico e irripetibile".  Sempre più donne sul green. L'appuntamento clou che tra poco più di tre anni si giocherà sul percorso del Marco Simone di Roma, circolo della famiglia Biagiotti, vede ora un'importante accelerata al femminile. "La mission - ha spiegato Gian Paolo Montali, direttore generale del progetto Ryder Cup 2022 - non è solo quello di aumentare il numero delle iscritte (il 25% dei tesserati nel 2018, ndr), ma anche di migliorare l'immagine dello sport". "Lo sport è donna". Alessandra Sensini, vicepresidente del Coni, non ha dubbi. Le donne sono e saranno sempre di più al centro dello Sport italiano e mondiale. "Ai Giochi di Parigi 2024 l'obiettivo è quello di arrivare al 50% di partecipanti donne. L'Italia negli ultimi anni ha conquistato eventi importanti, dimostrando dinamismo e capacità organizzative. Tra poco ci sarà anche il verdetto sulla candidatura di Milano-Cortina per ospitare le Olimpiadi invernali del 2026. Si tratta di appuntamenti unici e strategici, anche a livello economico. Che necessitano di grande sensibilità pure da parte del governo". "Sogniamo un Open d'Italia al femminile". Maria Amelia Lolli Ghetti (vicepresidente Fig e tra le promotrici del progetto "Golf è donna") e Diana Luna (prima italiana a giocare, nel 2009, la Solheim Cup, Ryder al femminile), puntano in alto. "Abbiamo un settore giovanile invidiabile - ha affermato la Luna -, l'Italia merita un evento così". Moderato da Pierluigi Pardo, l'incontro è andato in scena alla presenza, tra gli altri, di Vito Cozzoli, Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico, e Stella Coppi, vicepresidente dell'Olgiata GC. Presenti pure due giovani e promettenti azzurre, Alessandra Fanali e Francesca Fiorellini. La linea è tracciata. Nel golf sempre più "quote rosa". L'iniziativa coinvolgerà quindici circoli - riconosciuti come Punti Rosa - da Nord a Sud, abbracciando tutto il Paese. Con i successi delle giovani golfiste della FIG, ammirate e inseguite da tutte le grandi università americane, da trasformare in volano verso la Ryder Cup 2022. Tenaci e vincenti, le donne alla conquista del golf. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: