Cuneo, accordo Confindustria-sindacati sulla formazione 4.0

Federmeccanica, da anni manca personale nel nostro settore

Redazione ANSA CUNEO
(ANSA) - CUNEO, 10 GIU - "Siamo forse la prima provincia d'Italia che con un accordo mette insieme le aziende di Federmeccanica e i sindacati, per fare in modo che le 24 ore di formazione annuale previste nel contratto nazionale siano mirate all'industria 4.0". Così Marco Costamagna, presidente sezione meccanica di Confindustria Cuneo (270 aziende associate, 16 mila addetti), presentando nella sede dell'associazione l'accordo. "Da anni - ha aggiunto - manca personale nel nostro settore, dopo la pandemia il problema riguarda tutti. Il progetto serve anche a valorizzare le risorse interne, guardando agli inevitabili e veloci cambiamenti che ci aspettano". Il presidente di Confindustria Mauro Gola ha poi sottolineato: "Siamo consapevoli che lavoratori e datori sono insieme nelle sfide dell'industria 4.0", alla presenza dei segretari provinciali dei tre sindacati, Davide Masera per la Cgil, che ha definito "fondamentale la maggiore partecipazione dei lavoratori nelle strategia aziendali", Enrico Solavagione della Cisl, che ha evidenziato come "transizione ecologica e digitale devono essere sostenibili", e Armando Dagna Uil, che ha detto: "Dobbiamo sfruttare l'unica materia prima di questo paese: le persone, con la loro intelligenza e capacità". Il titolo dell'incontro era "Protagonisti del cambiamento" e nel corso della mattina si è parlato di due peculiarità del Cuneese: un tasso di disoccupazione bassissimo (4,6%, meno della metà della media nazionale), ma anche uno dei tassi di laureati più bassi del Nord Italia. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA